Opera Lirica a Verona

Offerta Opera Lirica

Sei un appassionato di Opera Lirica e non vuoi perdere l'occasione di assistere al grandioso spettacolo che solo l'Arena di Verona è in grado di offrire con le sue maestose rappresentazioni? Noi della Piccolo Hotel Srl abbiamo preparato un'offerta tutto compreso adatta alle tue esigenze!! Con l'Offerta Opera & Verona avrai la possibilità di pernottare presso uno dei nostri 3 alberghi, ritirare direttamente alla Reception i biglietti che avremmo provveduto ad acquistare per te, cenare prima della rappresentazione presso il nostro Risto&Pizza Lido con uno sfizioso Menu Pre Opera, avere un passaggio gratuito fino all'Arena con il nostro Bus Navetta sia prima che dopo la rappresentazione e ricevere in omaggio un cd con le arie delle Opere più famose! Quindi... Cosa aspetti!!! Puoi verificare la disponibilità e prenotare direttamente il tuo pacchetto Opera & Verona sul nostro sito internet www.hotelsverona.it cliccando sul pulsante verifica disponibilità! Buon divertimento!!

Read More

Aida

Aida, una principessa etiope, è catturata e condotta in schiavitù in Egitto. Radamés, un comandante militare, è combattuto nella scelta tra il suo amore per Aida e la sua fedeltà al Faraone. A complicare ulteriormente le cose, Radamés è amato da Amneris, la figlia del Faraone, ma non ricambia il sentimento della principessa.  

Atto I [modifica]

Scena I: Sala del palazzo del Re a Menfi.
Aida, figlia del Re di Etiopia Amonasro, vive a Menfi come schiava; gli egizi l'hanno catturata durante una spedizione militare contro l'Etiopia ignorando la sua vera identità. Suo padre ha organizzato una incursione in Egitto per liberarla dalla prigionia. Ma fin dalla sua cattura, Aida si è innamorata del giovane guerriero Radamés, che a sua volta la ama (Radamés: "Se quel guerrier io fossi... Celeste Aida"). Aida ha una pericolosa rivale, Amneris, la figlia del Re d'Egitto (duetto, Radamés e Amneris: "Quale insolita fiamma nel tuo sguardo!"). Giunta Aida, Amneris intuisce che possa essere lei la fiamma di Radames e falsamente la consola dal suo pianto(terzetto, Aida, Amneris e Radamés: "Ohimè! di guerra fremere l'atroce grido io sento"). Appare il re con gli ufficiali e Ramfis, che introduce un messaggero, recando le notizie dal confine. Aida è preoccupata: suo padre sta marciando contro l'Egitto. Alla fine il re dichiara che Radamés è stato scelto da Iside come comandante dell'esercito che combatterà contro Amonasro (inno di battaglia: "Su! del Nilo al sacro lido"). Il cuore di Aida è diviso tra l'amore per il padre e la patria e l'amore per Radamés (Aida: "Ritorna vincitor!").
Scena II: Interno del tempio di Vulcano a Menfi.
Cerimonie solenni e danza delle sacerdotesse (coro delle sacerdotesse: "Immenso Fthà del mondo"). Investitura di Radamés come comandante in capo (preghiera, Ramfis e coro: "Nume, custode e vindice di questa sacra terra").  

Atto II [modifica]

Scena I: Una sala nell'appartamento di Amneris.
Danze festose e musica nelle stanze di Amneris (coro di donne: "Chi mai fra gl'inni e i plausi erge alla gloria il vol" e la celebre Danza degli schiavi Mori). Amneris riceve la sua schiava Aida e ingegnosamente la spinge a dichiarare il suo amore per Radamés, mentendole dicendo che Radamés è morto in battaglia; la reazione di Aida alla notizia la tradisce rivelando il suo amore per Radamés (Amneris e Aida: "Fu la sorte dell'armi a' tuoi funesta, povera Aida" Aida: "Amore, amore! Gaudio, tormento"). Amneris, scoperto il suo amore, la minaccia: ella è figlia del Faraone. Con orgoglio Aida dice che anche lei è figlia di re, ma se ne pente ben presto. Risuonano da fuori le trombe della vittoria. Amneris obbliga Aida a vedere con lei il trionfo dell'Egitto e la sconfitta del suo popolo (Alla pompa che s'appresta, meco o schiava assisterai). Aida è disperata, e chiede perdono ad Amneris (..questo amore che t'irrita nella tomba spegnerò).
Scena II: Uno degli ingressi della città di Tebe.
Radamés torna vincitore (coro, Re e popolo: "Gloria all'Egitto"). Marcia trionfale. Il faraone decreta che in questo giorno il trionfatore Radamés potrà avere tutto quello che desidera. I prigionieri etiopi sono condotti alla presenza del re; Amonasro è uno di questi: Aida immediatamente accorre ad abbracciare il padre, ma le loro vere identità sono ancora sconosciute agli egizi. Amonasro infatti dichiara che il re etiope è stato ucciso in battaglia (Amonasro: "Quest'assisa ch'io vesto vi dica"). Radamés per amore di Aida usa l'offerta del re per chiedere il rilascio dei prigionieri. Il re d'Egitto, grato a Radamés, lo proclama suo successore al trono concedendogli la mano della figlia Amneris; fa inoltre rilasciare i prigionieri ma fa restare Aida e Amonasro come ostaggi per assicurare che gli etiopi non cerchino di vendicare la loro sconfitta.  

Atto III [modifica]

Scena: Le rive del Nilo, vicino al tempio di Iside.
(Coro dei sacerdoti e delle sacerdotesse: "O tu che sei d'Osiride...") Amonasro e Aida sono tenuti in ostaggio (aria, Aida: "O cieli azzurri"); il re etiope costringe la figlia a farsi rivelare da Radamés la posizione dell'esercito egizio (duetto, Aida e Amonasro: "A te grave cagion m'adduce"). Radamés ha solo apparentemente consentito di diventare il marito di Amneris, e fidandosi di Aida, durante la conversazione le rivela le informazioni richieste dal padre (duetto, Radamés e Aida: "Pur ti riveggo mia dolce Aida"). Quando Amonasro rivela la sua identità e fugge con Aida, Radamés, disperato per avere involontariamente tradito il suo re e la sua patria, si consegna prigioniero al sommo sacerdote (terzetto, Amonasro, Aida e Radamés: "Io son disonorato!").  

Atto IV [modifica]

Scena I: Sala nel palazzo del Re; andito a destra che conduce alla prigione di Radamés.
Amneris desidera salvare Radamés ("L'aborrita rivale a me sfuggìa"), ma lui la respinge (duetto, Amneris e Radamés: "Già i Sacerdoti adunansi / Arbitri del tuo fato"). Il suo processo ha luogo fuori dal palcoscenico; egli non parla in propria difesa, mentre Amneris, che rimane sul palco, si appella ai sacerdoti affinché gli mostrino pietà. Radamés viene condannato a morte per tradimento e sarà sepolto vivo. Amneris maledice i sacerdoti mentre Radamés viene portato via (scena del processo, Amneris, Ramfis e coro: "Spirto del Nume, sovra noi discendi!").
Scena II: L'interno del tempio di Vulcano e la tomba di Radamés; la scena è divisa in due piani: il piano speriore rappresenta l'interno del tempio splendente d'oro e di luce, il piano inferiore un sotterraneo.
Aida si è nascosta nella cripta per morire con Radamés (duetto, Radamés e Aida: "La fatal pietra sovra me si chiuse"). I due amanti accettano il loro terribile destino (Radamés: "Morir! sì pura e bella!"), dicono addio al mondo e alle sue pene, e aspettano l'alba ("O terra addio, addio valle di pianti"), mentre Amneris piange e prega sopra la loro tomba durante le cerimonie religiose e la danza di gioia delle sacerdotesse (coro di sacerdoti e sacerdotesse: "Immenso Fthà").

Read More

La Traviata

La traviata è un'opera in tre atti di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave tratto dalla pièce teatrale di Alexandre Dumas (figlio), «La signora delle camelie»; viene considerata l'opera più significativa e romantica di Verdi e fa parte della "trilogia popolare" assieme a Il trovatore e a Rigoletto. La prima rappresentazione avvenne al Teatro La Fenice di Venezia il 6 marzo 1853 ma, a causa soprattutto d’interpreti non all’altezza e della scabrosità dell'argomento, si rivelò un sonoro fiasco; ripresa l’anno successivo con l’interpretazione di un cast più valido e retrodatando l'azione di due secoli riscosse finalmente il meritato successo. Nel tempo La traviata non ha mai smesso d’appassionare, entrando a far parte del cosiddetto "repertorio". Il ruolo principale, quello di Violetta, richiedendo una voce da soprano al tempo stesso di coloratura, specie nell’atto primo, e drammatica, in modo da restituire appieno la tinta verdiana, ha avuto interpreti di altissimo livello. La parte del protagonista maschile, Alfredo, è stata invece interpretata in memorabili edizioni da celebri tenori quali Carlo Bergonzi, Alfredo Kraus, Mario Del Monaco e Luciano Pavarotti. Fra i passaggi più popolari dell'opera sono da segnalare l'invocazione di Violetta Amami, Alfredo, il famoso brindisi Libiamo ne' lieti calici, la Sempre libera degg'io, il concertato finale del secondo atto, l'aria Addio, del passato e il duetto Parigi, o cara, noi lasceremo. Atto I Dopo un profondo e toccante preludio, il sipario si apre mostrando un elegante salone della casa parigina di Violetta Valery, dove lei, donna di mondo, attende gli invitati. In breve questi sopraggiungono. Violetta saluta tra gli altri, il Marchese d'Obigny, Flora Bervoix e il visconte Gastone de Letorières, che le presenta Alfredo Germont, spiegandole che è un suo grande ammiratore e che durante la sua recente malattia si era recato spesso nella sua casa per ricevere notizie. Dopo aver chiesto spiegazioni per il comportamento ammirevole di Alfredo, Violetta rimprovera il suo protettore, il Barone Douphol, di non aver avuto la stessa sollecitudine del giovane; cosa che irrita il Barone, il quale mostra il suo disappunto a Flora. Poco dopo Alfredo, seppur inizialmente riluttante, propone un brindisi (Libiamo ne' lieti calici), al quale si unisce subito Violetta, seguita dagli altri invitati, che cantano gioiosamente le lodi del vino e dell'amore. Si ode quindi della musica provenire dalle altre stanze; Violetta invita gli ospiti a recarsi nella sala accanto. Uscendo, però, si sente male. Sedendosi, invita gli ospiti ad avviarsi e promette di raggiungerli subito. Guardandosi allo specchio, Violetta nota il suo pallore e allo stesso tempo si accorge di Alfredo, che si è trattenuto ad aspettarla. Egli la rimprovera riguardo la trascuratezza della sua salute e poi confessa di amarla. Colpita, Violetta chiede da quanto egli l'ammiri. Alfredo risponde che l'ama da un anno, dalla prima volta in cui l'ha vista (Un dì felice, eterea). Incapace di provare vero amore, Violetta propone una semplice amicizia, ma quando Alfredo sta per allontanarsi gli porge un fiore, invitando il giovane a riportarglielo il giorno seguente. Alfredo si allontana felice. Intanto giungono dalla stanza vicina gli ospiti che prendono congedo da Violetta, ringraziandola per la bella e allegra serata (Si ridesta in ciel l'aurora). Ormai sola, Violetta nota con incredibile sorpresa che le parole di Alfredo l'hanno scossa (È strano! è strano). Incerta, decide infine di continuare a vivere come ha sempre fatto, come una cortigiana e di rinunciare ad essere finalmente amata seriamente (Sempre libera degg'io).  

Atto II

 

Quadro I

Alfredo e Violetta vivono ormai felici da tre mesi nella casa di campagna di Violetta. Alfredo riflette sulla sua felice condizione (De’ miei bollenti spiriti), quando sopraggiunge Annina. Interrogata da Alfredo, essa ammette di essere stata a Parigi per vendere tutti i beni della sua padrona coi quali poter pagare le spese di mantenimento della casa. La somma ammonta a 1.000 luigi e Alfredo promette di andare lui stesso a sistemare gli affari e raccomanda ad Annina di non far parola del loro dialogo con Violetta. Una volta solo, Alfredo si incolpa per la situazione finanziaria (Oh mio rimorso! Oh infamia!). Violetta entra in scena ed il suo cameriere, Giuseppe, le porge una lettera di invito per quella sera ad una festa presso il palazzo di Flora. Subito dopo Giuseppe annuncia la visita di un signore. Violetta ordina di farlo entrare, credendolo il suo avvocato. È invece Giorgio Germont, il padre di Alfredo, che la accusa duramente di voler spogliare Alfredo delle sue ricchezze. Violetta allora gli mostra i documenti che provano la vendita di ogni suo avere per mantenere l'amante presso di lei ed il vecchio signore capisce la situazone. Pur convinto dell'amore che lega Violetta al figlio, egli le chiede un sacrificio per salvare il futuro dei suoi due figli. Germont spiega di avere anche una figlia e che se Alfredo non torna subito a casa, rischia di mettere in pericolo il matrimonio della sorella (Pura siccome un angelo). Violetta così propone di allontanarsi per un certo periodo da Alfredo; ma non basta e il vecchio Germont le chiede di abbandonare per sempre il figlio. Violetta, senza parenti né amici e provata dalla tisi, non può accettare. Germont le fa allora notare che quando il tempo avrà cancellato la sua avvenenza (Un dì quando le veneri), Alfredo si stancherà di lei, che non potrà trarre nessun conforto, non essendo la loro unione benedetta dal cielo. Stremata, Violetta accetta di lasciare Alfredo. Rimasta sola, Violetta scrive dapprima al barone Douphol, poi ad Alfredo per annunciargli la sua decisone di lasciarlo; non appena terminata la lettera, Alfredo entra agitato perché ha saputo della presenza del padre. Propone a Violetta di andare a conoscerlo ma lei, dopo essersi fatta giurare l'amore di Alfredo (Amami Alfredo), fugge. Alfredo si insospettisce della fuga di Violetta, e quando vede la lettera sul tavolo, capisce che lei è alla festa, e, infuriato, decide di recarsi anche lui a casa di Flora, nonostante suppliche del padre.  

Quadro II

Alla festa a casa di Flora Bervoix si vocifera della separazione di Violetta e Alfredo. Violetta arriva accompagnata dal barone, e successivamente Alfredo. Alfredo, giocando, insulta in modo indiretto Violetta, scatenando l'ira del barone, che lo sfida ad una partita di carte. Il barone perde ed Alfredo incassa una grande somma. Durante la cena, Alfredo chiede un colloquio con Violetta, e lei, mentendogli, dice di essere innamorata del Barone. Alfredo, sdegnato, chiama tutti gli invitati (Or testimon vi chiamo che qui pagata io l'ho), e getta una borsa di denaro ai piedi di Violetta, che sviene in braccio a Flora. Tutti inveiscono contro Alfredo, e arriva il padre che lo rimprovera del fatto. Il Barone decide di sfidare a duello Alfredo.  

Atto III

Il male che Violetta accusa da tempo si fa più acuto e ormai, mentre all'esterno impazza il carnevale, non le rimane che poco tempo da vivere: Giorgio Germont decide allora di confessare la verità ad Alfredo che rimane sconvolto e torna da Violetta appena in tempo per darle un ultimo barlume di felicità.

Read More

Tosca

Atto primo Angelotti (basso), bonapartista ed ex console della Repubblica Romana, è fuggito dalla prigione di Castel Sant'Angelo e cerca rifugio nella chiesa di Sant'Andrea della Valle, dove sua sorella, la marchesa Attavanti, gli ha fatto trovare un travestimento femminile che gli permetterà di passare inos­servato. La donna è stata ritratta, senza saperlo, in un quadro dipinto dal cavalier Mario Cavaradossi (tenore). Quando irrompe nella chiesa un sagrestano (basso), Angelotti si nasconde nella cappella degli Attavanti. Il sagrestano, borbottando ("... e sempre lava..."), mette in ordine gli attrezzi del pittore che di lì a poco sopraggiunge per continuare a lavorare al suo dipinto ("Recondita armonia..."). Il sagrestano finalmente si congeda e Cavaradossi scorge nella cappella Angelotti, che conosce da tempo e di cui condivide la fede politica. I due stanno preparando il piano di fuga ma l'arrivo di Tosca (soprano), l'amante di Cavaradossi, costringe Angelotti a rintanarsi di nuovo nella cappella. Tosca espone a Mario il suo progetto amoroso per quella sera ("Non la sospiri la nostra casetta..."). Poi, riconoscendo la marchesa Attavanti nella figura della Maddalena ritratta nel quadro, fa una scenata di gelosia a Mario che, a fatica ("Qual'occhio al mondo..."), riesce a calmarla e a congedarla. Angelotti esce dal nascondiglio e riprende il dialogo con Mario, che gli offre protezione e lo indirizza nella sua villa in periferia. Un colpo di cannone annuncia la fuga del detenuto da Castel Sant'Angelo; Cavaradossi decide allora di accompagnare Angelotti per coprirlo nella fuga e portano con loro il travestimento femminile, dimenticando però il ventaglio nella cappella. La falsa notizia della vittoria delle truppe austriache su Napoleone a Marengo fa esplodere la gioia nel sagrestano, che invita l'indisciplinata cantoria di bambini a prepararsi per il Te Deum di ringraziamento. Improvvisamente sopraggiunge con i suoi scagnozzi il barone Scarpia (baritono), capo della polizia papalina che, sulle tracce di Angelotti, sospetta fortemente di Mario, anch'egli bonapartista. Per riuscire ad incolparlo ed arrestarlo e poter quindi scovare Angelotti, egli cerca di coinvolgere Tosca, ritornata in chiesa per informare l'amante che il programma era sfumato in quanto ella era stata chiamata a cantare a Palazzo Farnese per festeggiare l'avvenimento militare ("Ed io venivo a lui tutta dogliosa..."). Scarpia suscita la morbosa gelosia di Tosca usando il ventaglio dimenticato nella cappella degli Attavanti. La donna, credendo in un furtivo incontro di Mario con la marchesa, giura di ritro­varli. Scarpia, che ha raggiunto il suo scopo, la fa seguire ("Tre sbirri, una carrozza, presto..."). Mentre Scarpia pregusta la sua doppia rivalsa su Cavaradossi - ucciderlo e prendergli la donna - comincia ad affluire gente in Chiesa per inneggiare alla vittoria e a cantare il "Te, Deum".  

Atto secondo

Mentre al piano nobile di Palazzo Farnese si sta svolgendo una grande festa alla presenza del Re e della Regina di Napoli, per celebrare la vittoriosa battaglia, nel suo appartamento Scarpia sta consumando la cena. Spoletta (tenore) e gli altri sbirri conducono in sua presenza Mario che è stato arrestato. Questi, interrogato, si rifiuta di rivelare a Scarpia il nascondiglio di Angelotti e viene quindi condotto in una stanza dove viene torturato. Tosca, che poco prima aveva eseguito una cantata al piano superiore, viene convocata da Scarpia, il quale fa in modo che ella possa udire le urla di Mario. Stremata dalle grida dell'uomo amato, la cantante rivela a Scarpia il nascondiglio dell'evaso: il pozzo nel giardino della villa di Cavaradossi. Mario, condotto alla presenza di Scarpia, apprende del tradimento di Tosca e si rifiuta di abbrac­ciarla. Proprio in quel momento arriva un messo ad annunciare che la notizia della vittoria delle truppe austriache era falsa, e che invece è stato Napoleone a sconfiggere gli austriaci a Marengo. A questo annuncio Mario inneggia ad alta voce alla vittoria, e Scarpia lo condanna im­mediatamente a morte, facendolo condurre via. Disperata, To­sca chiede a Scarpia di concedere la grazia a Mario. Ma il barone acconsente solo a patto che Tosca gli si conceda. Inorridita, la cantante implora il capo della polizia e si rivolge in preghiera alla Madonna (Vissi d'arte, vissi d'amore). Ma tutto è inutile: Scarpia è irremovibile e Tosca è costretta a cedere. Scarpia convoca quindi Spoletta e, con un gesto d'intesa, fa credere a Tosca che la fucilazione sarà simu­lata e i fucili caricati a salve. Dopo aver scritto il salvacondotto che permetterà agli amanti di raggiungere Civitavecchia, Scarpia si avvicina a Tosca per riscuotere quanto pattuito, ma questa lo accoltella con un coltello trovato sul tavolo. Quindi prende il salvacondotto dalle mani del cadavere e, prima di uscire, pone religiosamente due candelabri accanto al corpo di Scarpia, un crocifisso sul suo petto, e finalmente esce.  

Atto terzo

È l'alba. In lontananza un giovane pastore canta una malinconica canzone in romanesco. Sui bastioni di Castel Sant'Angelo, Mario è ormai pronto a morire e inizia a scrivere un'ultima lettera d'amore a Tosca, ma, sopraffatto dai ricordi, non riesce a terminarla (E lucevan le stelle). La donna arriva inaspettatamente e spiega a Mario di essere stata costretta ad uccidere Scarpia. Gli mostra il salvacondotto e lo informa quindi della fucilazione simulata. Scherzando, gli raccomanda di fingere bene la morte. Ma Mario viene fucilato veramente e Tosca, sconvolta e inseguita dagli sbirri che hanno trovato il cadavere di Scarpia, grida "O Scarpia, avanti a Dio!" e si getta dagli spalti del castello.

Read More

Carmen

Carmen è un'opera lirica in quattro atti di Georges Bizet, su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy. Tratta dalla novella omonima di Prosper Mérimée (1845), ne apporta delle modifiche salienti tra cui l'introduzione dei personaggi di Escamillo e Micaela e il carattere di Don José, nel romanzo descritto come un bandito rozzo e brutale. Al libretto collaborò lo stesso Bizet di cui scrisse anche le parole della celebre "habanera". Atto I [modifica] In piazza di Siviglia, Morales e un gruppo di dragoni osservano incuriositi Micaela. Ella sta cercando don Josè, e chiede a Morales dove si trova. Morales la invita a rimanere ad aspettarlo, ma lei, intimidita, corre via. Entra Don José, e viene informato da Morales di Micaela. Subito dopo risuona la campana della fabbrica di sigari lì vicino escono le sigaraie, per la pausa. Tra esse c'è Carmen, la più nota e famosa. I giovanotti le chiedono chi è il suo amore, e Carmen risponde con la famosa Habanera L'amour est un oiseau rebelle. Prende un fiore e per scherzo lo lancia a Don Josè. Irato, subito dopo che Carmen è andata via, incontra Micaela, e con essa parla della madre, povera e sola, che aspetta il ritorno del figlio. Dopo che Micaela se ne è andata, escono le sigaraie litigando: Carmen ha aggredito con un coltello una sua collega. La sigaraia viene fatta arrestare da Zuniga, che la lascia in custodia a Don Josè, il quale, purtroppo, si lascia sedurre dalla zingara, e la fa fuggire.  

Atto II [modifica]

Siamo nell'osteria di Lillas Pastia. Lì Carmen danza e canta con le amiche Mercedes e Frasquita (Les tringles des sistres tintaient). Entra Zuniga che cerca di sedurre Carmen, ma viene interrotto dall'arrivo del torero Escamillo (Votre toast, je peux vous le rendre). Anche il torero si fa sedurre da Carmen, che però respinge. Confidandosi con le amiche, il Dancairo e il Remendado, Carmen confessa di essersi innamorata di don Josè, che arriva subito dopo, scarcerato. Lì Josè le confessa il suo amore (Le fleur que tu m'avais jetée), ma vengono interrotti da Zuniga, che esorta il giovane a tornare in esercito. Al suo rifiuto, Zuniga lo aggredisce, ma Carmen chiama in aiuto gli zingari, che immobilizzano il comandante. Capendo che non può fare altro che scappare, José si unisce a Carmen e agli zingari, fuggendo dall'osteria.  

Atto III [modifica]

L'atto terzo si apre nelle montagne ove c'è il covo dei contrabbandieri. Carmen e José litigano frequentemente, ormai, e la loro relazione è agli sgoccioli. Carmen interroga le carte, ma il suo destino è funesto: la morte! Subito dopo entra Micaela, alla ricerca di don Josè, ma scappa quando entrano Escamillo e Josè. Geloso del rivale, Josè sfida a duello il torero, ma viene bloccato dagli zingari, che trovano Micaela nascosta tra le rocce. Ella dice che la madre di Josè è in punto di morte: egli non può fare altro che seguirla, ma giura vendetta a Carmen.  

Atto IV [modifica]

È il giorno della corrida. La folla attende Escamillo, che entra trionfante nell'arena. Mercedes e Frasquita avvertono Carmen: Josè è nei paraggi. Ignorando i consigli delle amiche, Carmen lo incontra, e Josè supplica Carmen di tornare con lei. Agli sprezzanti rifiuti di lei, Josè s'infervora, e, quando scopre che l'amante di Carmen è Escamillo, s'arrabbia sempre di più. Minaccia continuamente Carmen, ma lei gli getta addosso l'anello che gli aveva donato mesi prima. Accecato dall'ira la uccide. Quando esce la folla dal circo rivela davanti a tutti il suo delitto.

Read More

Il Barbiere di Siviglia

Atto I Il conte di Almaviva è innamorato della bella Rosina, che abita nella casa del suo anziano tutore, don Bartolo, a sua volta segretamente intenzionato a sposarla. Il conte chiede a Figaro, barbiere nonché "factotum della città", di aiutarlo a conquistare il cuore della ragazza, alla quale si è presentato sotto il falso nome di Lindoro. Figaro consiglia al conte di cambiare personalità e fingersi un giovane soldato, cui Rosina si dimostra presto interessata grazie anche ad una bella serenata cantata sotto le finestre della casa del dottore; il barbiere procura inoltre a Lindoro un foglio che ne attesta la temporanea residenza in casa di don Bartolo e tenta di allacciare i rapporti con Rosina. Don Basilio, il maestro di musica della ragazza, sa della presenza del conte di Almaviva in Siviglia e suggerisce a don Bartolo di calunniarlo per sminuirne la figura, giunge in casa sorprendendo Figaro e Rosina. La ragazza aveva già scritto un biglietto per Lindoro, ma Don Bartolo si accorge che manca un foglio dal taccuino e striglia Rosina. Secondo i piani, il conte di Almaviva irrompe nella casa di Don Bartolo fingendosi un soldato ubriaco, ma crea una tale confusione che arrivano i gendarmi. Quando però il conte si fa riconoscere di nascosto dall'ufficiale i soldati si ritirano in buon ordine, lasciando Don Bartolo esterrefatto.

Atto II

Bartolo comincia a sospettare riguardo alla vera identità del giovane soldato. Giunge il sedicente maestro di musica Don Alonso (in realtà sempre il conte, celato in un nuovo travestimento), che afferma di essere stato inviato da Don Basilio, rimasto a casa febbricitante, a sostituirlo nella lezione di canto per Rosina. Per guadagnare la fiducia del tutore, il finto Don Alonso gli mostra il biglietto che Rosina gli aveva mandato. Nel frattempo giunge Figaro con il compito di radere la barba al padrone di casa. Nonostante Figaro faccia il possibile per coprire la conversazione dei due giovani, Bartolo capta le loro parole e caccia tutti. Con lui resta solo Berta, la serva, a commiserare il vecchio padrone. Bartolo fa credere a Rosina, mostrandole il biglietto consegnatogli da Don Alonso, che Lindoro e Figaro si vogliano prendere gioco di lei, e quest'ultima amareggiata acconsente alle nozze con il suo tutore, che prontamente fa chiamare il notaio. In quel momento arriva anche Don Basilio, mentre con una scala Figaro e il Conte entrano in casa dalla finestra e raggiungono Rosina. Finalmente il conte rivela la propria identità, per chiarire la situazione e convincere la fanciulla della sincerità del suo amore. Bartolo ha però fatto togliere la scala e i tre complici si trovano senza via di fuga. In quel mentre sopraggiunge il notaio chiamato a stendere il contratto della nozze tra Bartolo e Rosina. Approfittando dell'assenza temporanea del tutore, il conte convince lui e Basilio (dietro congrua ricompensa) a inserire nel contratto il nome suo in luogo di quello di Bartolo. Giunto troppo tardi, a quest'ultimo resta la magra consolazione di aver risparmiato la dote per Rosina, che il conte di Almaviva rifiuta. Gli amanti coronano dunque il loro sogno.

Read More

Nabucco

E' la terza opera lirica (il titolo originale completo è Nabucodonosor) di Giuseppe Verdi e quella che ne decretò il successo. È stata spesso letta come l'opera più risorgimentale di Verdi, poiché gli spettatori italiani dell'epoca potevano riconoscere la loro condizione politica in quella degli ebrei soggetti al dominio babilonese. Nabucco Questo tipo di lettura è tuttavia incentrata soprattutto sul famosissimo coro Va', pensiero, sull'ali dorate, intonato appunto dal popolo ebreo. Il resto del dramma è invece incentrato sulle figure drammatiche del re di Babilonia Nabucodonosor e della sua presunta figlia Abigaille. Occorre inoltre ricordare che il librettista Solera aderì alla battaglia risorgimentale da posizioni neoguelfe, circostanza che giustificherebbe la collocazione di un'autorità di tipo religioso, l'inflessibile pontefice Zaccaria, a capo della fazione ebrea. Una prospettiva non condivisa da Verdi, la cui simpatia e il cui interesse di drammaturgo vanno soprattutto verso le figure più complesse e tormentate del tiranno assiro e di Abigaille. La parte di Abigaille è una delle più impervie che Verdi abbia composto per la voce di soprano: il ruolo richiede infatti un soprano drammatico d'agilità di inusitata potenza e agilità, e al tempo stesso impone difficoltà tecniche onerose alla cantante, pensate dal compositore per mettere in luce il carattere iracondo della principessa. Tra le più celebri cantanti che hanno avuto in repertorio la parte di Abigaille sono state Maria Callas (1949) e Ghena Dimitrova

Parte I - Gerusalemme

Gli Ebrei riuniti nel tempio di Gerusalemme piangono la loro sconfitta nella guerra contro i babilonesi. Zaccaria, il Gran Sacerdote, li invita a non disperare perché il Dio di Israele ha dato un segno del suo potere: Fenena, la figlia del re assiro, è loro prigioniera. Il giovane Ismaele, nipote di Sedecia re d'Israele, reca la notizia dell'imminente arrivo di Nabucco e del suo esercito. Quando Zaccaria gli affida la custodia di Fenena, egli riconosce la fanciulla che l'ha salvato dalla prigione al tempo della sua missione di ambasciatore a Babilonia. Ismaele, che ama riamato la figlia del suo nemico, intende ora ricambiare tanta generosità ma, mentre sta per trarre in salvo la fanciulla, viene fermato da Abigaille - una schiava ambiziosa ritenuta la seconda figlia di Nabucco - che irrompe nel tempio alla testa di un manipolo di guerrieri assiri travestiti da ebrei. La donna propone al giovane, di cui è anch'essa innamorata, uno scambio: il suo amore contro la salvezza del popolo ebraico. Ma Ismaele la respinge. Una folla di ebrei in fuga cerca invano rifugio nel tempio invaso dai nemici. Nabucco giunge con i suoi fino alla sacra soglia e Zaccaria lo sfida avvertendolo che se tenterà di profanarla Fenena sarà uccisa. Il re dapprima finge di esitare ma poi, deciso a distruggere ad ogni costo il regno d'Israele, sfida il Sacerdote ed ordina agli ebrei di prostrarsi davanti a lui. Zaccaria reagisce alzando il pugnale su Fenena ma Ismaele ferma la sua mano e libera la fanciulla attirando su di sé l'ira del suo popolo, che lo accusa di tradimento. Nabucco ordina di saccheggiare il tempio, mentre Abigaille si ripromette di cancellare dalla faccia della terra il popolo maledetto cui appartiene l'uomo che l'ha respinta.  

Parte II - L'empio

Abigaille, sola negli appartamenti reali, tiene fra le mani una pergamena sottratta a Nabucco, che attesta le sue umili origini di schiava. La sua rabbia esplode in una furia incontenibile alla notizia che Fenena, nominata Reggente dal padre, ha dato ordine di liberare tutti gli ebrei. Ormai Abigaille è decisa a tutto pur di impossessarsi del trono. Zaccaria, prigioniero degli assiri, entra in una sala della reggia seguito da un Levita che reca le Tavole della Legge e, dopo aver sollecitato Iddio a parlare attraverso il suo labbro, si ritira. Ismaele, convocato dal Pontefice per rispondere del suo tradimento, è maledetto dai Leviti, ma Anna, sorella di Zaccaria, lo difende; il giovane infatti non ha salvato la vita ad un'infedele bensì ad un'ebrea, giacché la figlia del re nemico si è nel frattempo convertita alla Legge. La situazione precipita: in un rapidissimo susseguirsi di eventi Abigaille irrompe in scena con il suo seguito e pretende da Fenena la corona, ma Nabucco, creduto morto in battaglia, giunge e richiede per sé la corona. Poi comincia a deridere il Dio Belo, che avrebbe spinto i prigionieri a tradirlo, e dopo anche il Dio degli ebrei. Esige di essere adorato come l'unico Dio, minacciando di morte Zaccaria e gli ebrei se non si piegheranno al suo volere. Subito dopo si scaglia un fulmine sul suo capo, la corona cade al suolo e il re comincia a manifestare segni di follia. La corona viene prontamente raccolta da Abigaille.  

Parte III – La profezia

Abigaille, seduta sul trono accanto alla statua d'oro di Belo, nei giardini pensili di Babilonia, riceve l'omaggio dei suoi sudditi. Quando il Gran Sacerdote le consegna la sentenza di condanna a morte degli ebrei, la regina si finge ipocritamente incerta sul da farsi. All'arrivo del re spodestato – in vesti dimesse e con lo sguardo smarrito – l'usurpatrice cambia atteggiamento e gli si rivolge con ironica arroganza, dando ordine di ricondurlo nelle sue stanze. Quindi lo avverte di essere divenuta la custode del suo seggio e lo invita perentoriamente a porre il regale suggello sulla sentenza di morte degli ebrei. Il vecchio re esita, Abigaille lo incalza accusandolo di viltà e alla fine Nabucco cede. Ma lo coglie un dubbio: che ne sarà di Fenena? Abigaille, implacabile, afferma che nessuno potrà salvare la fanciulla e gli ricorda che anch'essa è sua figlia. Ma il re la sconfessa: ella è solo una schiava. La donna trae dal seno la pergamena che attesta la sua origine e la fa a pezzi. Il re, ormai tradito e detronizzato, nell'udire il suono delle trombe che annunciano l'imminente supplizio degli ebrei chiama le sue guardie, ma esse giungono per arrestarlo obbedendo agli ordini della nuova regina. Confuso e impotente, Nabucco chiede invano ad Abigaille un gesto di perdono e di pietà per la povera Fenena. Sulle sponde dell'Eufrate gli ebrei, sconfitti e prigionieri, ricordano con nostalgia e dolore la cara patria perduta (coro: Va', pensiero, sull' ali dorate). Il Pontefice Zaccaria li incita a non piangere come femmine imbelli e profetizza una dura punizione per il loro nemico: il Leone di Giuda sconfiggerà gli assiri e distruggerà Babilonia.  

Parte IV – L'idolo infranto

Nabucco, solo in una stanza della reggia, si sveglia da un incubo udendo alcune grida e, credendole segnali di guerra, chiama i suoi prodi a raccolta per marciare contro Gerusalemme. Tornato in sé all'udire altre voci che ripetono il nome di Fenena, egli si affaccia alla loggia e vede con orrore la figlia in catene. Disperato, corre alla porta, tenta invano di aprirla e infine, realizzando di essere prigioniero, cade in ginocchio e si rivolge al dio di Giuda invocando il suo aiuto e chiedendogli perdono. Come in risposta alla sua preghiera, sopraggiunge il fedele ufficiale Abdallo con un manipolo di soldati, restituendogli la spada e offrendosi di aiutarlo a riconquistare il trono. Nei giardini pensili di Babilonia passa il triste corteo degli ebrei condotti al supplizio. Zaccaria conforta Fenena incitandola a conquistare la palma del martirio; la fanciulla si prepara a godere delle gioie celesti. L'atmosfera mistica è interrotta dall'arrivo di Nabucco che, alla testa delle sue truppe, ordina di infrangere la statua di Belo. Miracolosamente, «l'idolo cade infranto da sé». Tutti gridano al «divino prodigio», Nabucco concede la libertà agli ebrei, annunzia che la perfida Abigaille si è avvelenata e ordina al popolo d'Israele di costruire un tempio per il suo Dio grande e forte, il solo degno di essere adorato. Mentre tutti, ebrei ed assiri, s'inginocchiano invocando l'«immenso Jeovha», entra Abigaille sorretta da due guerrieri: la donna confessa la sua colpa e invoca il perdono degli uomini e di Dio prima di cadere esanime. Zaccaria rivolge a Nabucco l'ultima profezia: «Servendo a Jeovha sarai de' regi il re!».

Read More

Martini Piccolo Porta Palio December 07, 2012 at 01:26PM

In #Hotel ti piace una super #colazione varia e abbondante? #HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio #Verona! Prova il nostro #Buffet!

Read More

Tosca

Atto primo Angelotti (basso), bonapartista ed ex console della Repubblica Romana, è fuggito dalla prigione di Castel Sant'Angelo e cerca rifugio nella chiesa di Sant'Andrea della Valle, dove sua sorella, la marchesa Attavanti, gli ha fatto trovare un travestimento femminile che gli permetterà di passare inos­servato. La donna è stata ritratta, senza saperlo, in un quadro dipinto dal cavalier Mario Cavaradossi (tenore). Quando irrompe nella chiesa un sagrestano (basso), Angelotti si nasconde nella cappella degli Attavanti. Il sagrestano, borbottando ("... e sempre lava..."), mette in ordine gli attrezzi del pittore che di lì a poco sopraggiunge per continuare a lavorare al suo dipinto ("Recondita armonia..."). Il sagrestano finalmente si congeda e Cavaradossi scorge nella cappella Angelotti, che conosce da tempo e di cui condivide la fede politica. I due stanno preparando il piano di fuga ma l'arrivo di Tosca (soprano), l'amante di Cavaradossi, costringe Angelotti a rintanarsi di nuovo nella cappella. Tosca espone a Mario il suo progetto amoroso per quella sera ("Non la sospiri la nostra casetta..."). Poi, riconoscendo la marchesa Attavanti nella figura della Maddalena ritratta nel quadro, fa una scenata di gelosia a Mario che, a fatica ("Qual'occhio al mondo..."), riesce a calmarla e a congedarla. Angelotti esce dal nascondiglio e riprende il dialogo con Mario, che gli offre protezione e lo indirizza nella sua villa in periferia. Un colpo di cannone annuncia la fuga del detenuto da Castel Sant'Angelo; Cavaradossi decide allora di accompagnare Angelotti per coprirlo nella fuga e portano con loro il travestimento femminile, dimenticando però il ventaglio nella cappella. La falsa notizia della vittoria delle truppe austriache su Napoleone a Marengo fa esplodere la gioia nel sagrestano, che invita l'indisciplinata cantoria di bambini a prepararsi per il Te Deum di ringraziamento. Improvvisamente sopraggiunge con i suoi scagnozzi il barone Scarpia (baritono), capo della polizia papalina che, sulle tracce di Angelotti, sospetta fortemente di Mario, anch'egli bonapartista. Per riuscire ad incolparlo ed arrestarlo e poter quindi scovare Angelotti, egli cerca di coinvolgere Tosca, ritornata in chiesa per informare l'amante che il programma era sfumato in quanto ella era stata chiamata a cantare a Palazzo Farnese per festeggiare l'avvenimento militare ("Ed io venivo a lui tutta dogliosa..."). Scarpia suscita la morbosa gelosia di Tosca usando il ventaglio dimenticato nella cappella degli Attavanti. La donna, credendo in un furtivo incontro di Mario con la marchesa, giura di ritro­varli. Scarpia, che ha raggiunto il suo scopo, la fa seguire ("Tre sbirri, una carrozza, presto..."). Mentre Scarpia pregusta la sua doppia rivalsa su Cavaradossi - ucciderlo e prendergli la donna - comincia ad affluire gente in Chiesa per inneggiare alla vittoria e a cantare il "Te, Deum".  

Atto secondo

Mentre al piano nobile di Palazzo Farnese si sta svolgendo una grande festa alla presenza del Re e della Regina di Napoli, per celebrare la vittoriosa battaglia, nel suo appartamento Scarpia sta consumando la cena. Spoletta (tenore) e gli altri sbirri conducono in sua presenza Mario che è stato arrestato. Questi, interrogato, si rifiuta di rivelare a Scarpia il nascondiglio di Angelotti e viene quindi condotto in una stanza dove viene torturato. Tosca, che poco prima aveva eseguito una cantata al piano superiore, viene convocata da Scarpia, il quale fa in modo che ella possa udire le urla di Mario. Stremata dalle grida dell'uomo amato, la cantante rivela a Scarpia il nascondiglio dell'evaso: il pozzo nel giardino della villa di Cavaradossi. Mario, condotto alla presenza di Scarpia, apprende del tradimento di Tosca e si rifiuta di abbrac­ciarla. Proprio in quel momento arriva un messo ad annunciare che la notizia della vittoria delle truppe austriache era falsa, e che invece è stato Napoleone a sconfiggere gli austriaci a Marengo. A questo annuncio Mario inneggia ad alta voce alla vittoria, e Scarpia lo condanna im­mediatamente a morte, facendolo condurre via. Disperata, To­sca chiede a Scarpia di concedere la grazia a Mario. Ma il barone acconsente solo a patto che Tosca gli si conceda. Inorridita, la cantante implora il capo della polizia e si rivolge in preghiera alla Madonna (Vissi d'arte, vissi d'amore). Ma tutto è inutile: Scarpia è irremovibile e Tosca è costretta a cedere. Scarpia convoca quindi Spoletta e, con un gesto d'intesa, fa credere a Tosca che la fucilazione sarà simu­lata e i fucili caricati a salve. Dopo aver scritto il salvacondotto che permetterà agli amanti di raggiungere Civitavecchia, Scarpia si avvicina a Tosca per riscuotere quanto pattuito, ma questa lo accoltella con un coltello trovato sul tavolo. Quindi prende il salvacondotto dalle mani del cadavere e, prima di uscire, pone religiosamente due candelabri accanto al corpo di Scarpia, un crocifisso sul suo petto, e finalmente esce.  

Atto terzo

È l'alba. In lontananza un giovane pastore canta una malinconica canzone in romanesco. Sui bastioni di Castel Sant'Angelo, Mario è ormai pronto a morire e inizia a scrivere un'ultima lettera d'amore a Tosca, ma, sopraffatto dai ricordi, non riesce a terminarla (E lucevan le stelle). La donna arriva inaspettatamente e spiega a Mario di essere stata costretta ad uccidere Scarpia. Gli mostra il salvacondotto e lo informa quindi della fucilazione simulata. Scherzando, gli raccomanda di fingere bene la morte. Ma Mario viene fucilato veramente e Tosca, sconvolta e inseguita dagli sbirri che hanno trovato il cadavere di Scarpia, grida "O Scarpia, avanti a Dio!" e si getta dagli spalti del castello.

Read More

La Traviata

La traviata è un'opera in tre atti di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave tratto dalla pièce teatrale di Alexandre Dumas (figlio), «La signora delle camelie»; viene considerata l'opera più significativa e romantica di Verdi e fa parte della "trilogia popolare" assieme a Il trovatore e a Rigoletto. La prima rappresentazione avvenne al Teatro La Fenice di Venezia il 6 marzo 1853 ma, a causa soprattutto d’interpreti non all’altezza e della scabrosità dell'argomento, si rivelò un sonoro fiasco; ripresa l’anno successivo con l’interpretazione di un cast più valido e retrodatando l'azione di due secoli riscosse finalmente il meritato successo. Nel tempo La traviata non ha mai smesso d’appassionare, entrando a far parte del cosiddetto "repertorio". Il ruolo principale, quello di Violetta, richiedendo una voce da soprano al tempo stesso di coloratura, specie nell’atto primo, e drammatica, in modo da restituire appieno la tinta verdiana, ha avuto interpreti di altissimo livello. La parte del protagonista maschile, Alfredo, è stata invece interpretata in memorabili edizioni da celebri tenori quali Carlo Bergonzi, Alfredo Kraus, Mario Del Monaco e Luciano Pavarotti. Fra i passaggi più popolari dell'opera sono da segnalare l'invocazione di Violetta Amami, Alfredo, il famoso brindisi Libiamo ne' lieti calici, la Sempre libera degg'io, il concertato finale del secondo atto, l'aria Addio, del passato e il duetto Parigi, o cara, noi lasceremo. Atto I Dopo un profondo e toccante preludio, il sipario si apre mostrando un elegante salone della casa parigina di Violetta Valery, dove lei, donna di mondo, attende gli invitati. In breve questi sopraggiungono. Violetta saluta tra gli altri, il Marchese d'Obigny, Flora Bervoix e il visconte Gastone de Letorières, che le presenta Alfredo Germont, spiegandole che è un suo grande ammiratore e che durante la sua recente malattia si era recato spesso nella sua casa per ricevere notizie. Dopo aver chiesto spiegazioni per il comportamento ammirevole di Alfredo, Violetta rimprovera il suo protettore, il Barone Douphol, di non aver avuto la stessa sollecitudine del giovane; cosa che irrita il Barone, il quale mostra il suo disappunto a Flora. Poco dopo Alfredo, seppur inizialmente riluttante, propone un brindisi (Libiamo ne' lieti calici), al quale si unisce subito Violetta, seguita dagli altri invitati, che cantano gioiosamente le lodi del vino e dell'amore. Si ode quindi della musica provenire dalle altre stanze; Violetta invita gli ospiti a recarsi nella sala accanto. Uscendo, però, si sente male. Sedendosi, invita gli ospiti ad avviarsi e promette di raggiungerli subito. Guardandosi allo specchio, Violetta nota il suo pallore e allo stesso tempo si accorge di Alfredo, che si è trattenuto ad aspettarla. Egli la rimprovera riguardo la trascuratezza della sua salute e poi confessa di amarla. Colpita, Violetta chiede da quanto egli l'ammiri. Alfredo risponde che l'ama da un anno, dalla prima volta in cui l'ha vista (Un dì felice, eterea). Incapace di provare vero amore, Violetta propone una semplice amicizia, ma quando Alfredo sta per allontanarsi gli porge un fiore, invitando il giovane a riportarglielo il giorno seguente. Alfredo si allontana felice. Intanto giungono dalla stanza vicina gli ospiti che prendono congedo da Violetta, ringraziandola per la bella e allegra serata (Si ridesta in ciel l'aurora). Ormai sola, Violetta nota con incredibile sorpresa che le parole di Alfredo l'hanno scossa (È strano! è strano). Incerta, decide infine di continuare a vivere come ha sempre fatto, come una cortigiana e di rinunciare ad essere finalmente amata seriamente (Sempre libera degg'io).  

Atto II

 

Quadro I

Alfredo e Violetta vivono ormai felici da tre mesi nella casa di campagna di Violetta. Alfredo riflette sulla sua felice condizione (De’ miei bollenti spiriti), quando sopraggiunge Annina. Interrogata da Alfredo, essa ammette di essere stata a Parigi per vendere tutti i beni della sua padrona coi quali poter pagare le spese di mantenimento della casa. La somma ammonta a 1.000 luigi e Alfredo promette di andare lui stesso a sistemare gli affari e raccomanda ad Annina di non far parola del loro dialogo con Violetta. Una volta solo, Alfredo si incolpa per la situazione finanziaria (Oh mio rimorso! Oh infamia!). Violetta entra in scena ed il suo cameriere, Giuseppe, le porge una lettera di invito per quella sera ad una festa presso il palazzo di Flora. Subito dopo Giuseppe annuncia la visita di un signore. Violetta ordina di farlo entrare, credendolo il suo avvocato. È invece Giorgio Germont, il padre di Alfredo, che la accusa duramente di voler spogliare Alfredo delle sue ricchezze. Violetta allora gli mostra i documenti che provano la vendita di ogni suo avere per mantenere l'amante presso di lei ed il vecchio signore capisce la situazone. Pur convinto dell'amore che lega Violetta al figlio, egli le chiede un sacrificio per salvare il futuro dei suoi due figli. Germont spiega di avere anche una figlia e che se Alfredo non torna subito a casa, rischia di mettere in pericolo il matrimonio della sorella (Pura siccome un angelo). Violetta così propone di allontanarsi per un certo periodo da Alfredo; ma non basta e il vecchio Germont le chiede di abbandonare per sempre il figlio. Violetta, senza parenti né amici e provata dalla tisi, non può accettare. Germont le fa allora notare che quando il tempo avrà cancellato la sua avvenenza (Un dì quando le veneri), Alfredo si stancherà di lei, che non potrà trarre nessun conforto, non essendo la loro unione benedetta dal cielo. Stremata, Violetta accetta di lasciare Alfredo. Rimasta sola, Violetta scrive dapprima al barone Douphol, poi ad Alfredo per annunciargli la sua decisone di lasciarlo; non appena terminata la lettera, Alfredo entra agitato perché ha saputo della presenza del padre. Propone a Violetta di andare a conoscerlo ma lei, dopo essersi fatta giurare l'amore di Alfredo (Amami Alfredo), fugge. Alfredo si insospettisce della fuga di Violetta, e quando vede la lettera sul tavolo, capisce che lei è alla festa, e, infuriato, decide di recarsi anche lui a casa di Flora, nonostante suppliche del padre.  

Quadro II

Alla festa a casa di Flora Bervoix si vocifera della separazione di Violetta e Alfredo. Violetta arriva accompagnata dal barone, e successivamente Alfredo. Alfredo, giocando, insulta in modo indiretto Violetta, scatenando l'ira del barone, che lo sfida ad una partita di carte. Il barone perde ed Alfredo incassa una grande somma. Durante la cena, Alfredo chiede un colloquio con Violetta, e lei, mentendogli, dice di essere innamorata del Barone. Alfredo, sdegnato, chiama tutti gli invitati (Or testimon vi chiamo che qui pagata io l'ho), e getta una borsa di denaro ai piedi di Violetta, che sviene in braccio a Flora. Tutti inveiscono contro Alfredo, e arriva il padre che lo rimprovera del fatto. Il Barone decide di sfidare a duello Alfredo.  

Atto III

Il male che Violetta accusa da tempo si fa più acuto e ormai, mentre all'esterno impazza il carnevale, non le rimane che poco tempo da vivere: Giorgio Germont decide allora di confessare la verità ad Alfredo che rimane sconvolto e torna da Violetta appena in tempo per darle un ultimo barlume di felicità.

Read More

Carmen

Carmen è un'opera lirica in quattro atti di Georges Bizet, su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy. Tratta dalla novella omonima di Prosper Mérimée (1845), ne apporta delle modifiche salienti tra cui l'introduzione dei personaggi di Escamillo e Micaela e il carattere di Don José, nel romanzo descritto come un bandito rozzo e brutale. Al libretto collaborò lo stesso Bizet di cui scrisse anche le parole della celebre "habanera". Atto I [modifica] In piazza di Siviglia, Morales e un gruppo di dragoni osservano incuriositi Micaela. Ella sta cercando don Josè, e chiede a Morales dove si trova. Morales la invita a rimanere ad aspettarlo, ma lei, intimidita, corre via. Entra Don José, e viene informato da Morales di Micaela. Subito dopo risuona la campana della fabbrica di sigari lì vicino escono le sigaraie, per la pausa. Tra esse c'è Carmen, la più nota e famosa. I giovanotti le chiedono chi è il suo amore, e Carmen risponde con la famosa Habanera L'amour est un oiseau rebelle. Prende un fiore e per scherzo lo lancia a Don Josè. Irato, subito dopo che Carmen è andata via, incontra Micaela, e con essa parla della madre, povera e sola, che aspetta il ritorno del figlio. Dopo che Micaela se ne è andata, escono le sigaraie litigando: Carmen ha aggredito con un coltello una sua collega. La sigaraia viene fatta arrestare da Zuniga, che la lascia in custodia a Don Josè, il quale, purtroppo, si lascia sedurre dalla zingara, e la fa fuggire.  

Atto II [modifica]

Siamo nell'osteria di Lillas Pastia. Lì Carmen danza e canta con le amiche Mercedes e Frasquita (Les tringles des sistres tintaient). Entra Zuniga che cerca di sedurre Carmen, ma viene interrotto dall'arrivo del torero Escamillo (Votre toast, je peux vous le rendre). Anche il torero si fa sedurre da Carmen, che però respinge. Confidandosi con le amiche, il Dancairo e il Remendado, Carmen confessa di essersi innamorata di don Josè, che arriva subito dopo, scarcerato. Lì Josè le confessa il suo amore (Le fleur que tu m'avais jetée), ma vengono interrotti da Zuniga, che esorta il giovane a tornare in esercito. Al suo rifiuto, Zuniga lo aggredisce, ma Carmen chiama in aiuto gli zingari, che immobilizzano il comandante. Capendo che non può fare altro che scappare, José si unisce a Carmen e agli zingari, fuggendo dall'osteria.  

Atto III [modifica]

L'atto terzo si apre nelle montagne ove c'è il covo dei contrabbandieri. Carmen e José litigano frequentemente, ormai, e la loro relazione è agli sgoccioli. Carmen interroga le carte, ma il suo destino è funesto: la morte! Subito dopo entra Micaela, alla ricerca di don Josè, ma scappa quando entrano Escamillo e Josè. Geloso del rivale, Josè sfida a duello il torero, ma viene bloccato dagli zingari, che trovano Micaela nascosta tra le rocce. Ella dice che la madre di Josè è in punto di morte: egli non può fare altro che seguirla, ma giura vendetta a Carmen.  

Atto IV [modifica]

È il giorno della corrida. La folla attende Escamillo, che entra trionfante nell'arena. Mercedes e Frasquita avvertono Carmen: Josè è nei paraggi. Ignorando i consigli delle amiche, Carmen lo incontra, e Josè supplica Carmen di tornare con lei. Agli sprezzanti rifiuti di lei, Josè s'infervora, e, quando scopre che l'amante di Carmen è Escamillo, s'arrabbia sempre di più. Minaccia continuamente Carmen, ma lei gli getta addosso l'anello che gli aveva donato mesi prima. Accecato dall'ira la uccide. Quando esce la folla dal circo rivela davanti a tutti il suo delitto.

Read More

Il Barbiere di Siviglia

Atto I Il conte di Almaviva è innamorato della bella Rosina, che abita nella casa del suo anziano tutore, don Bartolo, a sua volta segretamente intenzionato a sposarla. Il conte chiede a Figaro, barbiere nonché "factotum della città", di aiutarlo a conquistare il cuore della ragazza, alla quale si è presentato sotto il falso nome di Lindoro. Figaro consiglia al conte di cambiare personalità e fingersi un giovane soldato, cui Rosina si dimostra presto interessata grazie anche ad una bella serenata cantata sotto le finestre della casa del dottore; il barbiere procura inoltre a Lindoro un foglio che ne attesta la temporanea residenza in casa di don Bartolo e tenta di allacciare i rapporti con Rosina. Don Basilio, il maestro di musica della ragazza, sa della presenza del conte di Almaviva in Siviglia e suggerisce a don Bartolo di calunniarlo per sminuirne la figura, giunge in casa sorprendendo Figaro e Rosina. La ragazza aveva già scritto un biglietto per Lindoro, ma Don Bartolo si accorge che manca un foglio dal taccuino e striglia Rosina. Secondo i piani, il conte di Almaviva irrompe nella casa di Don Bartolo fingendosi un soldato ubriaco, ma crea una tale confusione che arrivano i gendarmi. Quando però il conte si fa riconoscere di nascosto dall'ufficiale i soldati si ritirano in buon ordine, lasciando Don Bartolo esterrefatto.

Atto II

Bartolo comincia a sospettare riguardo alla vera identità del giovane soldato. Giunge il sedicente maestro di musica Don Alonso (in realtà sempre il conte, celato in un nuovo travestimento), che afferma di essere stato inviato da Don Basilio, rimasto a casa febbricitante, a sostituirlo nella lezione di canto per Rosina. Per guadagnare la fiducia del tutore, il finto Don Alonso gli mostra il biglietto che Rosina gli aveva mandato. Nel frattempo giunge Figaro con il compito di radere la barba al padrone di casa. Nonostante Figaro faccia il possibile per coprire la conversazione dei due giovani, Bartolo capta le loro parole e caccia tutti. Con lui resta solo Berta, la serva, a commiserare il vecchio padrone. Bartolo fa credere a Rosina, mostrandole il biglietto consegnatogli da Don Alonso, che Lindoro e Figaro si vogliano prendere gioco di lei, e quest'ultima amareggiata acconsente alle nozze con il suo tutore, che prontamente fa chiamare il notaio. In quel momento arriva anche Don Basilio, mentre con una scala Figaro e il Conte entrano in casa dalla finestra e raggiungono Rosina. Finalmente il conte rivela la propria identità, per chiarire la situazione e convincere la fanciulla della sincerità del suo amore. Bartolo ha però fatto togliere la scala e i tre complici si trovano senza via di fuga. In quel mentre sopraggiunge il notaio chiamato a stendere il contratto della nozze tra Bartolo e Rosina. Approfittando dell'assenza temporanea del tutore, il conte convince lui e Basilio (dietro congrua ricompensa) a inserire nel contratto il nome suo in luogo di quello di Bartolo. Giunto troppo tardi, a quest'ultimo resta la magra consolazione di aver risparmiato la dote per Rosina, che il conte di Almaviva rifiuta. Gli amanti coronano dunque il loro sogno.

Read More

Nabucco

E' la terza opera lirica (il titolo originale completo è Nabucodonosor) di Giuseppe Verdi e quella che ne decretò il successo. È stata spesso letta come l'opera più risorgimentale di Verdi, poiché gli spettatori italiani dell'epoca potevano riconoscere la loro condizione politica in quella degli ebrei soggetti al dominio babilonese. Nabucco Questo tipo di lettura è tuttavia incentrata soprattutto sul famosissimo coro Va', pensiero, sull'ali dorate, intonato appunto dal popolo ebreo. Il resto del dramma è invece incentrato sulle figure drammatiche del re di Babilonia Nabucodonosor e della sua presunta figlia Abigaille. Occorre inoltre ricordare che il librettista Solera aderì alla battaglia risorgimentale da posizioni neoguelfe, circostanza che giustificherebbe la collocazione di un'autorità di tipo religioso, l'inflessibile pontefice Zaccaria, a capo della fazione ebrea. Una prospettiva non condivisa da Verdi, la cui simpatia e il cui interesse di drammaturgo vanno soprattutto verso le figure più complesse e tormentate del tiranno assiro e di Abigaille. La parte di Abigaille è una delle più impervie che Verdi abbia composto per la voce di soprano: il ruolo richiede infatti un soprano drammatico d'agilità di inusitata potenza e agilità, e al tempo stesso impone difficoltà tecniche onerose alla cantante, pensate dal compositore per mettere in luce il carattere iracondo della principessa. Tra le più celebri cantanti che hanno avuto in repertorio la parte di Abigaille sono state Maria Callas (1949) e Ghena Dimitrova

Parte I - Gerusalemme

Gli Ebrei riuniti nel tempio di Gerusalemme piangono la loro sconfitta nella guerra contro i babilonesi. Zaccaria, il Gran Sacerdote, li invita a non disperare perché il Dio di Israele ha dato un segno del suo potere: Fenena, la figlia del re assiro, è loro prigioniera. Il giovane Ismaele, nipote di Sedecia re d'Israele, reca la notizia dell'imminente arrivo di Nabucco e del suo esercito. Quando Zaccaria gli affida la custodia di Fenena, egli riconosce la fanciulla che l'ha salvato dalla prigione al tempo della sua missione di ambasciatore a Babilonia. Ismaele, che ama riamato la figlia del suo nemico, intende ora ricambiare tanta generosità ma, mentre sta per trarre in salvo la fanciulla, viene fermato da Abigaille - una schiava ambiziosa ritenuta la seconda figlia di Nabucco - che irrompe nel tempio alla testa di un manipolo di guerrieri assiri travestiti da ebrei. La donna propone al giovane, di cui è anch'essa innamorata, uno scambio: il suo amore contro la salvezza del popolo ebraico. Ma Ismaele la respinge. Una folla di ebrei in fuga cerca invano rifugio nel tempio invaso dai nemici. Nabucco giunge con i suoi fino alla sacra soglia e Zaccaria lo sfida avvertendolo che se tenterà di profanarla Fenena sarà uccisa. Il re dapprima finge di esitare ma poi, deciso a distruggere ad ogni costo il regno d'Israele, sfida il Sacerdote ed ordina agli ebrei di prostrarsi davanti a lui. Zaccaria reagisce alzando il pugnale su Fenena ma Ismaele ferma la sua mano e libera la fanciulla attirando su di sé l'ira del suo popolo, che lo accusa di tradimento. Nabucco ordina di saccheggiare il tempio, mentre Abigaille si ripromette di cancellare dalla faccia della terra il popolo maledetto cui appartiene l'uomo che l'ha respinta.  

Parte II - L'empio

Abigaille, sola negli appartamenti reali, tiene fra le mani una pergamena sottratta a Nabucco, che attesta le sue umili origini di schiava. La sua rabbia esplode in una furia incontenibile alla notizia che Fenena, nominata Reggente dal padre, ha dato ordine di liberare tutti gli ebrei. Ormai Abigaille è decisa a tutto pur di impossessarsi del trono. Zaccaria, prigioniero degli assiri, entra in una sala della reggia seguito da un Levita che reca le Tavole della Legge e, dopo aver sollecitato Iddio a parlare attraverso il suo labbro, si ritira. Ismaele, convocato dal Pontefice per rispondere del suo tradimento, è maledetto dai Leviti, ma Anna, sorella di Zaccaria, lo difende; il giovane infatti non ha salvato la vita ad un'infedele bensì ad un'ebrea, giacché la figlia del re nemico si è nel frattempo convertita alla Legge. La situazione precipita: in un rapidissimo susseguirsi di eventi Abigaille irrompe in scena con il suo seguito e pretende da Fenena la corona, ma Nabucco, creduto morto in battaglia, giunge e richiede per sé la corona. Poi comincia a deridere il Dio Belo, che avrebbe spinto i prigionieri a tradirlo, e dopo anche il Dio degli ebrei. Esige di essere adorato come l'unico Dio, minacciando di morte Zaccaria e gli ebrei se non si piegheranno al suo volere. Subito dopo si scaglia un fulmine sul suo capo, la corona cade al suolo e il re comincia a manifestare segni di follia. La corona viene prontamente raccolta da Abigaille.  

Parte III – La profezia

Abigaille, seduta sul trono accanto alla statua d'oro di Belo, nei giardini pensili di Babilonia, riceve l'omaggio dei suoi sudditi. Quando il Gran Sacerdote le consegna la sentenza di condanna a morte degli ebrei, la regina si finge ipocritamente incerta sul da farsi. All'arrivo del re spodestato – in vesti dimesse e con lo sguardo smarrito – l'usurpatrice cambia atteggiamento e gli si rivolge con ironica arroganza, dando ordine di ricondurlo nelle sue stanze. Quindi lo avverte di essere divenuta la custode del suo seggio e lo invita perentoriamente a porre il regale suggello sulla sentenza di morte degli ebrei. Il vecchio re esita, Abigaille lo incalza accusandolo di viltà e alla fine Nabucco cede. Ma lo coglie un dubbio: che ne sarà di Fenena? Abigaille, implacabile, afferma che nessuno potrà salvare la fanciulla e gli ricorda che anch'essa è sua figlia. Ma il re la sconfessa: ella è solo una schiava. La donna trae dal seno la pergamena che attesta la sua origine e la fa a pezzi. Il re, ormai tradito e detronizzato, nell'udire il suono delle trombe che annunciano l'imminente supplizio degli ebrei chiama le sue guardie, ma esse giungono per arrestarlo obbedendo agli ordini della nuova regina. Confuso e impotente, Nabucco chiede invano ad Abigaille un gesto di perdono e di pietà per la povera Fenena. Sulle sponde dell'Eufrate gli ebrei, sconfitti e prigionieri, ricordano con nostalgia e dolore la cara patria perduta (coro: Va', pensiero, sull' ali dorate). Il Pontefice Zaccaria li incita a non piangere come femmine imbelli e profetizza una dura punizione per il loro nemico: il Leone di Giuda sconfiggerà gli assiri e distruggerà Babilonia.  

Parte IV – L'idolo infranto

Nabucco, solo in una stanza della reggia, si sveglia da un incubo udendo alcune grida e, credendole segnali di guerra, chiama i suoi prodi a raccolta per marciare contro Gerusalemme. Tornato in sé all'udire altre voci che ripetono il nome di Fenena, egli si affaccia alla loggia e vede con orrore la figlia in catene. Disperato, corre alla porta, tenta invano di aprirla e infine, realizzando di essere prigioniero, cade in ginocchio e si rivolge al dio di Giuda invocando il suo aiuto e chiedendogli perdono. Come in risposta alla sua preghiera, sopraggiunge il fedele ufficiale Abdallo con un manipolo di soldati, restituendogli la spada e offrendosi di aiutarlo a riconquistare il trono. Nei giardini pensili di Babilonia passa il triste corteo degli ebrei condotti al supplizio. Zaccaria conforta Fenena incitandola a conquistare la palma del martirio; la fanciulla si prepara a godere delle gioie celesti. L'atmosfera mistica è interrotta dall'arrivo di Nabucco che, alla testa delle sue truppe, ordina di infrangere la statua di Belo. Miracolosamente, «l'idolo cade infranto da sé». Tutti gridano al «divino prodigio», Nabucco concede la libertà agli ebrei, annunzia che la perfida Abigaille si è avvelenata e ordina al popolo d'Israele di costruire un tempio per il suo Dio grande e forte, il solo degno di essere adorato. Mentre tutti, ebrei ed assiri, s'inginocchiano invocando l'«immenso Jeovha», entra Abigaille sorretta da due guerrieri: la donna confessa la sua colpa e invoca il perdono degli uomini e di Dio prima di cadere esanime. Zaccaria rivolge a Nabucco l'ultima profezia: «Servendo a Jeovha sarai de' regi il re!».

Read More

No alla tassa di soggiorno!!

Nel corso dell'ultimo consiglio degli albergatori iscritti a confcommercio Verona è emersa ancora una volta, con forza, la volontà di osteggiare la giunta comunale nel caso intendesse istituire una qualsiasi forma di tassa di soggiorno. Il consiglio si era già espresso negativamente nei confronti dell'iniqua e dannosa tassa applicata da questa amministrazione sui bus turistici, ma da Palazzo Barbieri nessuno ha voluto ascoltare le ragioni di chi nel turismo lavora da anni e ne conosce modalità e dinamiche. Risultato: operatori turistici che organizzano viaggi in Pullmann spaventati e diretti verso altre destinazioni! Ricordiamo agli operatori che organizzano viaggi in Pullmann, che gli Hotels Martini, Piccolo e Porta Palio sono situati appena al di fuori delle mura antiche della città che segnano l'inizio della ztl e dispongono di posteggio per Pullmann turistici e del Risto&Pizza Lido in grado di accogliere gruppi numerosi. 

Read More

Martini Piccolo Porta Palio December 07, 2012 at 01:26PM

In #Hotel ti piace una super #colazione varia e abbondante? #HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio #Verona! Prova il nostro #Buffet!

Read More

Le nuove offerte speciali di Hotelsverona!

La stagione 2009 di Hotelsverona si apre all'insegna delle novità! Nella sezione Offerte Speciali potrete trovare le nuove proposte che abbiamo studiato per permetterVi di godere al massimo del Vostro soggiorno a Verona! Iniziamo con Gardaland&Verona: questa offerta Vi permette di soggiornare presso uno dei nostri Hotel a Verona città, ma di potervi recare a Gardaland senza alcuno stress! I nostri Hotels Martini, Piccolo e Porta Palio si trovano infatti a pochissima distanza dalla stazione ferroviaria di Verona Porta Nuova, da dove in appena 15 minuti è possibile arrivare a Peschiera del Garda e raggiungere il parco divertimenti con la Navetta Gratuita messa a disposizione! E il biglietto del treno lo facciamo noi! La sera, poi, si cena al nostro Risto&Pizza Lido, con sfiziose proposte per mamma e papà e golosità per i bambini! La seconda grande novità 2009 è l'offerta Opera&Verona: venite a gustare il grandioso spettacolo dell'Opera Lirica all'Arena di Verona, ma lasciate a casa lo stress! Pensiamo noi ad aquistare il vostro biglietto, a farvi gustare un'ottima cena prima dello spettacolo e a portarvi in Arena! Nella sezione Offerte Speciali potrete poi trovare i nostri grandi classici: Romeo&Gulietta, Veronatour e Compleanno Romantico. Convenienza, servizio e soddisfazione garantite!!  

Read More

Le nuove offerte speciali di Hotelsverona!

La stagione 2009 di Hotelsverona si apre all'insegna delle novità! Nella sezione Offerte Speciali potrete trovare le nuove proposte che abbiamo studiato per permetterVi di godere al massimo del Vostro soggiorno a Verona! Iniziamo con Gardaland&Verona: questa offerta Vi permette di soggiornare presso uno dei nostri Hotel a Verona città, ma di potervi recare a Gardaland senza alcuno stress! I nostri Hotels Martini, Piccolo e Porta Palio si trovano infatti a pochissima distanza dalla stazione ferroviaria di Verona Porta Nuova, da dove in appena 15 minuti è possibile arrivare a Peschiera del Garda e raggiungere il parco divertimenti con la Navetta Gratuita messa a disposizione! E il biglietto del treno lo facciamo noi! La sera, poi, si cena al nostro Risto&Pizza Lido, con sfiziose proposte per mamma e papà e golosità per i bambini! La seconda grande novità 2009 è l'offerta Opera&Verona: venite a gustare il grandioso spettacolo dell'Opera Lirica all'Arena di Verona, ma lasciate a casa lo stress! Pensiamo noi ad aquistare il vostro biglietto, a farvi gustare un'ottima cena prima dello spettacolo e a portarvi in Arena! Nella sezione Offerte Speciali potrete poi trovare i nostri grandi classici: Romeo&Gulietta, Veronatour e Compleanno Romantico. Convenienza, servizio e soddisfazione garantite!!  

Read More

KONNICHIWA!

Irashaimasen!!!!!!!!! Verona-ni Ikimasuka? Koko Hoteruno Manager sukoshi Nihongo o wakarimasu! To... Verona no yagai opera ha sugoidesu!

Read More

La Stagione Lirica Areniana si avvicina

Buongiorno amici! Manca poco ormai: il 19 Giugno inizia la Stagione Lirica dell'Arena di Verona, con le sue magiche atmosfere! Vi ricordo le Opere in cartellone quest'estate: Aida, Carmen, Tosca, Turandot, Il Barbiere di Siviglia e la Serata di Gala con Placido Domingo! Come tutti gli anni gli Hotels Martini, Piccolo e Porta Palio Vi offrono un servizio navetta gratuito di andata e ritorno per l'Opera e il Risto&Pizza Lido, con la sua apertura anticipata alle 17,30, Vi offre la possibilità di cenare prima dello spettacolo! Consultate la nostra Offerta Speciale Opera&Verona sul sito www.hotelsverona.it!!!

Read More

OFFERTA SPECIALE OPERA&VERONA!

Anche quest'anno gli Hotels Martini, Piccolo e Porta Palio hanno predisposto un'offerta speciale studiata appositamente per permettervi di godere a pieno del meraviglioso spettacolo dell'Opera Lirica all'Arena di Verona. L'offerta Opera&Verona Vi permette infatti di venire a visitare la nostra città e di assistere agli spettacoli senza dovervi preoccupare di nient'altro che di trascorrere una piacevole giornata. Consultate i dettagli dell'offerta a questo link: http://www.hotelsverona.it/offerte-speciali/?id=10&synSiteLang=1 Per informazioni e prenotazioni chiamate lo 045 569400 o inviate una mail di richiesta a info@hotelsverona.it A presto amici!

Read More

Prenotazione camere a Verona in occasione della Stagione Lirica

Salve amici, se desiderate recarvi a Verona in occasione della prossima stagione Lirica, è possibile prenotare fin da ora la Vostra camera presso uno dei nostrei 3 Hotels: Hotel Martini, Hotel Piccolo e Hotel Porta Palio. Prenotando in anticipo potrete usufruire di tariffe particolarmente vantaggiose!
Ad esempio chi volesse prenotare entro la fine di maggio troverà per il fine settimana (venerdì e sabato) la stessa tariffa degli altri giorni di Opera, e la domenica ad un prezzo sempre molto scontato!
Vi ricordo inoltre che pensiamo noi ad acquistare i Vostri biglietti per assistere agli spettacoli, che forniamo un servizio navetta gratuito di andata e ritorno dall'Arena in occasione delle rappresentazioni e che è possibile usufruire di mezza pensione presso il nostro ottimo Risto&Pizza Lido.
Quindi che dire...? Vi aspettiamo presto a Verona!!
www.hotelsverona.it


Read More

Prenotazione camere a Verona in occasione della Stagione Lirica

Salve amici, se desiderate recarvi a Verona in occasione della prossima stagione Lirica, è possibile prenotare fin da ora la Vostra camera presso uno dei nostrei 3 Hotels: Hotel Martini, Hotel Piccolo e Hotel Porta Palio. Prenotando in anticipo potrete usufruire di tariffe particolarmente vantaggiose!
Ad esempio chi volesse prenotare entro la fine di maggio troverà per il fine settimana (venerdì e sabato) la stessa tariffa degli altri giorni di Opera, e la domenica ad un prezzo sempre molto scontato!
Vi ricordo inoltre che pensiamo noi ad acquistare i Vostri biglietti per assistere agli spettacoli, che forniamo un servizio navetta gratuito di andata e ritorno dall'Arena in occasione delle rappresentazioni e che è possibile usufruire di mezza pensione presso il nostro ottimo Risto&Pizza Lido.
Quindi che dire...? Vi aspettiamo presto a Verona!!
www.hotelsverona.it


Read More

Hotel a Verona per assistere all'Opera Lirica in Arena

Gentili amici, in occasione della imminente apertura della Stagione Lirica all'Arena di Verona, Vi ricordiamo che i nostri Hotels Martini, Piccolo e Porta Palio rappresentano la scelta ottimale per chi desidera assistere agli spettacoli nell'anfiteatro veronese. Gli Hotels Martini, Piccolo e Porta Palio sono infatti comodamente raggiungibili in treno (siamo a 400 metri dalla stazione di Verona Porta Nuova) e in macchina (ci troviamo all'uscita della Tangenziale Nord che arriva dalla A22 del Brennero) e contemporaneamente si trovano a ridosso delle Mura Antiche del Centro Storico, a solo 15 minuti a piedi dall'Arena. Di fronte ai nostri Hotels c'è amplia possibilità di parcheggiare gratuitamente la Vostra autovettura e non ci sono limitazioni della circolazione (non rischiate multe!) In occasione della Stagione Lirica offriamo ai nostri graditi ospiti nelle serate di Opera un comodissimo servizio navetta dai nostri Hotels all'Arena e ritorno, e il nostro Risto&Pizza Lido effettua un'apertura anticipata alle 17.30 per permnettervi di gustare un buon pasto in relax prima dello spettacolo. Infine Vi ricordiamo l'OFFERTA SPECIALE OPERA&VERONA che Vi permette di gustare appieno il Vostro soggiorno Veronese senza dovervi preoccupare di nulla: pensiamo a tutto noi! GODETEVI LO SPETTACOLO!!!!

Read More

Hotelsverona: Hotel Martini, Piccolo e Porta Palio Check in e Check out

Ricordiamo a tutti i nostri gentili ospiti che le camere presso i nostri Hotels sono disponibili a partire dalle ore 14.00 del giorno di arrivo, fino alle ore 11.00 del giorno di partenza! Arrivate prima delle 14.00? Nessun problema! Potete lasciare i bagagli nel nostro deposito gratuito e iniziare a visitare la nostra bella Verona! Avete esigenze particolari, come un figlio piccolo da allattare, o avete fatto un viaggio particolarmente faticoso? Cercheremo di trovare una camera già pronta da assegnarvi il prima possibile! Volete dormire un po’ di più il giorno della partenza? Comunicatelo all'arrivo e cercheremo di accontentarvi senza supplementi!

La cosa fondamentale affinchè noi vi offriamo un servizio superiore alle Vostre aspettative è che ci Voi aiutiate a comprendere al meglio le Vostre esigenze! Quando prenotate una camera presso di noi non affidatevi agli impersonali portali di prenotazione online o alle agenzie viaggi… Alzate il telefono e chiamateci! Solo con il contatto diretto, ascoltando le vostre necessità dalla vostra viva voce, potremo trovare la soluzione più adatta a soddisfarvi! Senza contare che prenotando direttamente con noi, senza intermediari, trovate la tariffa migliore!!!

SITO INTERNET: www.hotelsverona.it

TEL: +39045569400

 

Read More

August 02, 2012 at 10:19AM

Dear guests, please note that from 1 August 2012 the council of Verona has introduced the TAX. In the 3 stars Hotels (like our Hotels Martini Piccolo Porta Palio ) the fee amounts to 1.50 euros per person per night. Some categories are excluded from the fee: the boys by 14 years of age, the disabled and their escort, patients who come to Verona to support medical care and their escort, members of the armed forces and residents in the town of Verona. We personally do not we support the inclusion of the fee, but we ask you to be patient ... :-) If the funds will be used to make Verona more beautiful it will be worth it!

Read More

August 02, 2012 at 10:19AM

Dear guests, please note that from 1 August 2012 the council of Verona has introduced the TAX. In the 3 stars Hotels (like our Hotels Martini Piccolo Porta Palio ) the fee amounts to 1.50 euros per person per night. Some categories are excluded from the fee: the boys by 14 years of age, the disabled and their escort, patients who come to Verona to support medical care and their escort, members of the armed forces and residents in the town of Verona. We personally do not we support the inclusion of the fee, but we ask you to be patient ... :-) If the funds will be used to make Verona more beautiful it will be worth it!

Read More

Hotel Verona, Hotels Alberghi Verona Centro vicino fiera Arena di Verona Hotel a Verona > Gruppo Pi...

http://t.co/DrXwj3yI http://t.co/kLFQw6l5 via @pinterest
via Facebook http://t.co/DrXwj3yI

Read More

Hotel Verona, Hotels Alberghi Verona Centro vicino fiera Arena di Verona Hotel a Verona > Gruppo Pi...

http://t.co/DrXwj3yI http://t.co/kLFQw6l5 via @pinterest
via Facebook http://t.co/DrXwj3yI

Read More

Hotel Verona, Hotels Alberghi Verona Centro vicino fiera Arena di Verona Hotel a Verona > Gruppo Pi...

Torre dei Lamberti > Verona >http://t.co/DrXwj3yI http://t.co/LPsIrTSk via @pinterest
via Facebook http://t.co/DrXwj3yI

Read More

Hotel Verona, Hotels Alberghi Verona Centro vicino fiera Arena di Verona Hotel a Verona > Gruppo Pi...

Torre dei Lamberti > Verona >http://t.co/DrXwj3yI http://t.co/LPsIrTSk via @pinterest
via Facebook http://t.co/DrXwj3yI

Read More

August 03, 2012 at 09:16AM

FESTIVAL LIRICO ARENIANO 2013 Verona. Il Festival lirico 2013 dell’Arena, in programma dal 14 giugno all’8 settembre, vedrà il ritorno del maestro Placido Domingo in veste di direttore artistico onorario della kermesse, oltre che di regista e interprete di alcune opere. Sette i titoli in scena, a cui si aggiungono tre serate di Gala e una dedicata alla ’Messa da Requiem’ di Giuseppe Verdi, per un susseguirsi di 58 spettacoli: Aida nuova produzione (14 giugno), Nabucco (15 giugno), La Traviata (22 giugno), Il Trovatore (6 luglio), Messa da Requiem (13 luglio), Gala Verdi (17 luglio), Rigoletto (9 agosto), Aida rievocazione edizione 1913 (10 agosto), Gala Domingo - Harding (15 agosto), Gala Domingo (20 agosto), Romeo et Juliette (31 agosto). «Tutto il 2013 sarà all’ insegna di iniziative ed eventi legati al Centenario del Festival - osserva il sovrintendente Girondini - con spettacoli e concerti nei teatri e nelle piazze cittadine e l’allestimento completo del Museo dell’Opera con lo spazio dedicato al centenario del Festival lirico dell’Arena di Verona e al bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi».

Read More

August 03, 2012 at 09:16AM

FESTIVAL LIRICO ARENIANO 2013 Verona. Il Festival lirico 2013 dell’Arena, in programma dal 14 giugno all’8 settembre, vedrà il ritorno del maestro Placido Domingo in veste di direttore artistico onorario della kermesse, oltre che di regista e interprete di alcune opere. Sette i titoli in scena, a cui si aggiungono tre serate di Gala e una dedicata alla ’Messa da Requiem’ di Giuseppe Verdi, per un susseguirsi di 58 spettacoli: Aida nuova produzione (14 giugno), Nabucco (15 giugno), La Traviata (22 giugno), Il Trovatore (6 luglio), Messa da Requiem (13 luglio), Gala Verdi (17 luglio), Rigoletto (9 agosto), Aida rievocazione edizione 1913 (10 agosto), Gala Domingo - Harding (15 agosto), Gala Domingo (20 agosto), Romeo et Juliette (31 agosto). «Tutto il 2013 sarà all’ insegna di iniziative ed eventi legati al Centenario del Festival - osserva il sovrintendente Girondini - con spettacoli e concerti nei teatri e nelle piazze cittadine e l’allestimento completo del Museo dell’Opera con lo spazio dedicato al centenario del Festival lirico dell’Arena di Verona e al bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi».

Read More

A check-in at Risto&Pizza Lido

Spritz time in the garden! (@ Risto&Pizza Lido) http://t.co/aHkXH327
via Facebook http://t.co/aHkXH327

Read More

A check-in at Risto&Pizza Lido

Spritz time in the garden! (@ Risto&Pizza Lido) http://t.co/aHkXH327
via Facebook http://t.co/aHkXH327

Read More

A check-in at Risto&Pizza Lido

I'm at Risto&Pizza Lido (Verona, Veneto) [pic]: http://t.co/H4hBhFkr
via Facebook http://t.co/H4hBhFkr

Read More

A check-in at Risto&Pizza Lido

I'm at Risto&Pizza Lido (Verona, Veneto) [pic]: http://t.co/H4hBhFkr
via Facebook http://t.co/H4hBhFkr

Read More

Hotelsverona.it (@HOTELSVERONA) posted a photo on Twitter

#spritz time @RistoePizzaLido! http://t.co/D5ENzU81
via Facebook https://twitter.com/#!/HOTELSVERONA/media/slideshow?url=pic.twitter.com%2FD5ENzU81&utm_source=fb&utm_medium=fb&utm_campaign=HOTELSVERONA&utm_content=231427302720933890

Read More

Hotelsverona.it (HOTELSVERONA) on Twitter

#spritz time @HOTELSVERONA
via Facebook https://twitter.com/HOTELSVERONA?utm_source=fb&utm_medium=fb&utm_campaign=HOTELSVERONA&utm_content=231427470581182464

Read More

August 04, 2012 at 11:19AM

Buon fine settimana a tutti! Happy weekend to everyone! Hotels Martini Piccolo Porta Palio are here waiting for you to come visiting our beautiful Verona!

Read More

August 04, 2012 at 11:19AM

Buon fine settimana a tutti! Happy weekend to everyone! Hotels Martini Piccolo Porta Palio are here waiting for you to come visiting our beautiful Verona!

Read More

CURIOSITA': L'opera più rappresentata durante le stagioni liriche Areniane è certamente l'Aida, che (a partire dal 1992), viene regolarmente inserita nei cartelloni di ogni stagione. L'opera meno rappresentata è Martha di Friedrich von Flotow, con due sol

CURIOSITA': L'opera più rappresentata durante le stagioni liriche Areniane è certamente l'Aida, che (a partire dal 1992), viene regolarmente inserita nei cartelloni di ogni stagione. L'opera meno rappresentata è Martha di Friedrich von Flotow, con due sole repliche nella stagione del 1929. Le 20 opere più rappresentate in Arena (al 2012): Aida (54 stagioni-dal 1913 al 2013) Carmen (23 stagioni-dal 1914 al 2012) Nabucco (20 stagioni-dal 1938 al 2013) Turandot (17 stagioni-dal 1924 al 2012) Rigoletto (15 stagioni-dal 1928 al 2013) Tosca (15 stagioni-dal 1937 al 2012) La traviata (14 stagioni-dal 1946 al 2013) Il trovatore (13 stagioni-dal 1926 al 2013) La bohème (11 stagioni-dal 1938 al 2011) Madama Butterfly (11 stagioni-dal 1978 al 2010) Cavalleria rusticana (11 stagioni-dal 1935 al 2006) La Gioconda (10 stagioni-dal 1925 al 2005) La forza del destino (9 stagioni-dal 1930 al 2000) Mefistofele (7 stagioni-dal 1920 al 1979) Il barbiere di Siviglia (6 stagioni-dal 1948 al 2011) Pagliacci (6 stagioni-dal 1921 al 2006) Un ballo in maschera (6 stagioni-dal 1937 al 1998) Norma (5 stagioni-dal 1923 al 1994) Otello (5 stagioni-dal 1936 al 1994) Andrea Chénier (5 stagioni-dal 1924 al 1986)

Read More

CURIOSITA': L'opera più rappresentata durante le stagioni liriche Areniane è certamente l'Aida, che (a partire dal 1992), viene regolarmente inserita nei cartelloni di ogni stagione. L'opera meno rappresentata è Martha di Friedrich von Flotow, con due sol

CURIOSITA': L'opera più rappresentata durante le stagioni liriche Areniane è certamente l'Aida, che (a partire dal 1992), viene regolarmente inserita nei cartelloni di ogni stagione. L'opera meno rappresentata è Martha di Friedrich von Flotow, con due sole repliche nella stagione del 1929. Le 20 opere più rappresentate in Arena (al 2012): Aida (54 stagioni-dal 1913 al 2013) Carmen (23 stagioni-dal 1914 al 2012) Nabucco (20 stagioni-dal 1938 al 2013) Turandot (17 stagioni-dal 1924 al 2012) Rigoletto (15 stagioni-dal 1928 al 2013) Tosca (15 stagioni-dal 1937 al 2012) La traviata (14 stagioni-dal 1946 al 2013) Il trovatore (13 stagioni-dal 1926 al 2013) La bohème (11 stagioni-dal 1938 al 2011) Madama Butterfly (11 stagioni-dal 1978 al 2010) Cavalleria rusticana (11 stagioni-dal 1935 al 2006) La Gioconda (10 stagioni-dal 1925 al 2005) La forza del destino (9 stagioni-dal 1930 al 2000) Mefistofele (7 stagioni-dal 1920 al 1979) Il barbiere di Siviglia (6 stagioni-dal 1948 al 2011) Pagliacci (6 stagioni-dal 1921 al 2006) Un ballo in maschera (6 stagioni-dal 1937 al 1998) Norma (5 stagioni-dal 1923 al 1994) Otello (5 stagioni-dal 1936 al 1994) Andrea Chénier (5 stagioni-dal 1924 al 1986)

Read More

Verona

http://t.co/cPxl0RXH Castelvecchio > http://t.co/DrXwj3yI >Hotels Alberghi Verona
via Facebook http://t.co/cPxl0RXH

Read More

Verona

http://t.co/cPxl0RXH Castelvecchio > http://t.co/DrXwj3yI >Hotels Alberghi Verona
via Facebook http://t.co/cPxl0RXH

Read More

Verona

http://t.co/33hsRGG3 Porta Borsari #Verona #Hotelsverona #ArenadiVerona
via Facebook http://t.co/33hsRGG3

Read More

Verona

http://t.co/33hsRGG3 Porta Borsari #Verona #Hotelsverona #ArenadiVerona
via Facebook http://t.co/33hsRGG3

Read More

See more Tweets about #Qualitàprezzo

#Qualitàprezzo a #Verona? #HotelMartini, #HotelPiccolo, #HotelPortaPalio: la scelta giusta per chi bada al sodo!
via Facebook https://twitter.com/search?q=%23Qualit%C3%A0prezzo&utm_source=fb&utm_medium=fb&utm_campaign=HOTELSVERONA&utm_content=232761111513018368

Read More

See more Tweets about #Qualityprice

#Qualityprice #Hotels in #Verona? #HotelMartini, #HotelPiccolo, #HotelPortaPalio: the right choice for your #citybreak in Verona
via Facebook https://twitter.com/search?q=%23Qualityprice&utm_source=fb&utm_medium=fb&utm_campaign=HOTELSVERONA&utm_content=232761414106890240

Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 23, 2012 at 08:16AM

Kind guests, be careful to eat and drink sitting in the shade of Verona beautiful monuments and buildings... It is forbidden and a police officer could invite you to leave! It is not nice, but it is a way to keep clean and decent our city.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 23, 2012 at 08:16AM

Kind guests, be careful to eat and drink sitting in the shade of Verona beautiful monuments and buildings... It is forbidden and a police officer could invite you to leave! It is not nice, but it is a way to keep clean and decent our city.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 23, 2012 at 08:16AM

Kind women guests, when you're entering the beautiful churches of Verona, even if it is very hot outside, take care that your clothing is appropriate for a place of religious worship! Thank you!

Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 23, 2012 at 08:16AM

Kind women guests, when you're entering the beautiful churches of Verona, even if it is very hot outside, take care that your clothing is appropriate for a place of religious worship! Thank you!

Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 24, 2012 at 08:18AM

Yesterday a guest has called the reception desk from his room at 10.30 am asking "Which time is the check out?. The receptionist: "11". The astonished guest: "11 am?!?!?!?!?" The receptionist: "Yes of course.........." We remember to all our kind guests that check in is starting from 2 pm and check out is within 11 am. If you have special needings not covered in these times just ask and we will try to satisfy. Thank you and have a nice stay in Verona!

Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 24, 2012 at 08:18AM

Yesterday a guest has called the reception desk from his room at 10.30 am asking "Which time is the check out?. The receptionist: "11". The astonished guest: "11 am?!?!?!?!?" The receptionist: "Yes of course.........." We remember to all our kind guests that check in is starting from 2 pm and check out is within 11 am. If you have special needings not covered in these times just ask and we will try to satisfy. Thank you and have a nice stay in Verona!

Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 25, 2012 at 09:39AM

Good morning dear friends!!! The weather forecasts say that tomorrow will arrive Beatrice (that is not the beloved woman of Dante, but an area of low atmospherical pressure) that will gift us some rain and a decrease of the temperature! We are all impatient to know her!!!

Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 25, 2012 at 09:39AM

Good morning dear friends!!! The weather forecasts say that tomorrow will arrive Beatrice (that is not the beloved woman of Dante, but an area of low atmospherical pressure) that will gift us some rain and a decrease of the temperature! We are all impatient to know her!!!

Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 26, 2012 at 11:00AM

Beatrice sei stata una grande delusione....

Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 26, 2012 at 11:00AM

Beatrice sei stata una grande delusione....

Read More

Martini Piccolo Porta Palio


Il nostro bellissimo Hotel Piccolo sullo sfondo di questo bolide Ferrari! Notare lo stesso tono di Rosso... :-) www.hotelsverona.it


Read More

Martini Piccolo Porta Palio


Il nostro bellissimo Hotel Piccolo sullo sfondo di questo bolide Ferrari! Notare lo stesso tono di Rosso... :-) www.hotelsverona.it


Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 28, 2012 at 09:48AM


Il nostro bellissimo Hotel Piccolo sullo sfondo di questo bolide Ferrari! Notare lo stesso tono di Rosso... :-) www.hotelsverona.it


Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 28, 2012 at 09:48AM


Il nostro bellissimo Hotel Piccolo sullo sfondo di questo bolide Ferrari! Notare lo stesso tono di Rosso... :-) www.hotelsverona.it


Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 28, 2012 at 09:51AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 28, 2012 at 09:51AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio


Il rilascio nel Lago di Garda di un magnifico esemplare di Coccodrillo Africano presso il Castello di Sirmione: dopo la cattura questi esemplari vengono sempre rilasciati per non impoverire l'ecosistema lacustre! :-) www.hotelsverona.it


Read More

Martini Piccolo Porta Palio


Il rilascio nel Lago di Garda di un magnifico esemplare di Coccodrillo Africano presso il Castello di Sirmione: dopo la cattura questi esemplari vengono sempre rilasciati per non impoverire l'ecosistema lacustre! :-) www.hotelsverona.it


Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 29, 2012 at 10:57AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 29, 2012 at 10:57AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 29, 2012 at 10:57AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 29, 2012 at 10:57AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 29, 2012 at 10:57AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 29, 2012 at 10:57AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 29, 2012 at 10:57AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 29, 2012 at 10:57AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 29, 2012 at 10:58AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 29, 2012 at 10:58AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 29, 2012 at 10:58AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 29, 2012 at 10:58AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 30, 2012 at 09:03AM

Una cinquantina di strutture turistiche extra-alberghiere della città controllate, 46 violazioni accertate, 21 attività risultate abusive, 12 irregolari e solo 21 conformi alla normativa. Questo il bilancio dei controlli antievasione condotti dalla Polizia municipale che hanno portato a far emergere, solo nell’ultimo anno e mezzo, un milione e 800 mila euro di redditi non dichiarati, dei quali 800 mila euro nel 2012 a carico di 6 bed&breakfast ed alcuni appartamenti, sia residenziali che turistici, affittati in nero. CARI TURISTI, I 'VERI' HOTEL SONO SEMPRE LA SCELTA MIGLIORE PER I VOSTRI SOGGIORNI DI LAVORO O DI PIACERE! Diffidate da chi non ha la professionalità e le infrastrutture adeguate ad accogliervi!

Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 30, 2012 at 09:03AM

Una cinquantina di strutture turistiche extra-alberghiere della città controllate, 46 violazioni accertate, 21 attività risultate abusive, 12 irregolari e solo 21 conformi alla normativa. Questo il bilancio dei controlli antievasione condotti dalla Polizia municipale che hanno portato a far emergere, solo nell’ultimo anno e mezzo, un milione e 800 mila euro di redditi non dichiarati, dei quali 800 mila euro nel 2012 a carico di 6 bed&breakfast ed alcuni appartamenti, sia residenziali che turistici, affittati in nero. CARI TURISTI, I 'VERI' HOTEL SONO SEMPRE LA SCELTA MIGLIORE PER I VOSTRI SOGGIORNI DI LAVORO O DI PIACERE! Diffidate da chi non ha la professionalità e le infrastrutture adeguate ad accogliervi!

Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 31, 2012 at 07:41PM

Lo spritz è il tipico aperitivo che si può gustare nel nord est d'Italia. Preparato con Prosecco, bitter e l'aggiunta di acqua frizzante (o seltz), questo cocktail ha una storia interessante: si dice che derivi dal costume degli austriaci, che occupavano il Triveneto, di diluire i vini di questa regione perché non erano abituati all'alta gradazione della bevanda alcolica (il termine usato per indicare tale azione era spritzen, cioè spruzzare, da cui deriva il nome del drink).

Read More

Martini Piccolo Porta Palio August 31, 2012 at 07:41PM

Lo spritz è il tipico aperitivo che si può gustare nel nord est d'Italia. Preparato con Prosecco, bitter e l'aggiunta di acqua frizzante (o seltz), questo cocktail ha una storia interessante: si dice che derivi dal costume degli austriaci, che occupavano il Triveneto, di diluire i vini di questa regione perché non erano abituati all'alta gradazione della bevanda alcolica (il termine usato per indicare tale azione era spritzen, cioè spruzzare, da cui deriva il nome del drink).

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 03, 2012 at 09:56AM

Tocatì, Verona capitale dei giochi di strada FESTIVAL INTERNAZIONALE. La kermesse che taglia il traguardo della decima edizione ospiterà cinque nazioni: Croazia, Grecia, Scozia, Spagna e Svizzera Dal 21 al 23 settembre il centro storico si trasformerà in una vetrina vivente di attività ludiche per grandi e bambini

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 03, 2012 at 09:56AM

Tocatì, Verona capitale dei giochi di strada FESTIVAL INTERNAZIONALE. La kermesse che taglia il traguardo della decima edizione ospiterà cinque nazioni: Croazia, Grecia, Scozia, Spagna e Svizzera Dal 21 al 23 settembre il centro storico si trasformerà in una vetrina vivente di attività ludiche per grandi e bambini

Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio




Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 03, 2012 at 09:59AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 03, 2012 at 09:59AM




Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 03, 2012 at 11:21AM

I biglietti per il concerto di Emma Marrone e Alessandra Amoroso, che si terrà in Arena nella serata di mercoledì 5, settembre verranno distribuiti, fino ad esaurimento, martedì 4 settembre a partire dalle ore 14.30 allo sportello polifunzionale Adigetto di via Adigetto (entrata lungo le mura). I biglietti saranno distribuiti in numero massimo di due per ogni persona maggiore di 14 anni, munita di documento di identità.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 03, 2012 at 11:21AM

I biglietti per il concerto di Emma Marrone e Alessandra Amoroso, che si terrà in Arena nella serata di mercoledì 5, settembre verranno distribuiti, fino ad esaurimento, martedì 4 settembre a partire dalle ore 14.30 allo sportello polifunzionale Adigetto di via Adigetto (entrata lungo le mura). I biglietti saranno distribuiti in numero massimo di due per ogni persona maggiore di 14 anni, munita di documento di identità.

Read More

Hotelsverona September 07, 2012 at 12:29PM

I TESORI VERONESI Sant’Ambrogio di Valpolicella Alla scoperta delle nostre radici: il territorio veronese dalla... http://t.co/I440DvKG http://bit.ly/RsnYMr

Read More

Hotelsverona September 07, 2012 at 12:29PM

I TESORI VERONESI Sant’Ambrogio di Valpolicella Alla scoperta delle nostre radici: il territorio veronese dalla... http://t.co/I440DvKG http://bit.ly/RsnYMr

Read More

Hotelsverona September 07, 2012 at 04:23PM

http://t.co/gPFmHkZd http://bit.ly/Qrqu9d

Read More

Hotelsverona September 07, 2012 at 04:23PM

http://t.co/gPFmHkZd http://bit.ly/Qrqu9d

Read More

Hotelsverona September 08, 2012 at 07:59AM

SERATA SPETTACOLO A SCOPO BENEFICO PER WWF, MEDICI CON L’AFRICA CUAMM E CINI Teatro Romano di Verona 08-09-2012, http://t.co/ilbzjpVC http://bit.ly/Nh8Y7Y

Read More

Hotelsverona September 08, 2012 at 07:59AM

SERATA SPETTACOLO A SCOPO BENEFICO PER WWF, MEDICI CON L’AFRICA CUAMM E CINI Teatro Romano di Verona 08-09-2012, http://t.co/ilbzjpVC http://bit.ly/Nh8Y7Y

Read More

Hotelsverona September 08, 2012 at 04:01PM

Stasera Hellas Verona-Reggina http://t.co/kXWXVkUH http://bit.ly/Rwz42Q

Read More

Hotelsverona September 08, 2012 at 04:01PM

Stasera Hellas Verona-Reggina http://t.co/kXWXVkUH http://bit.ly/Rwz42Q

Read More

Hotelsverona September 09, 2012 at 10:14AM

Calcio, prima vittoria dell'Hellas in campionato http://t.co/65Wrwr6H

Read More

Hotelsverona September 09, 2012 at 10:14AM

Calcio, prima vittoria dell'Hellas in campionato http://t.co/65Wrwr6H

Read More

Hotelsverona September 09, 2012 at 10:00PM

Urban Eco festival Bastioni Santo Spirito – Verona dal 13-09-2012 al 15-09-2012, Divertimento e musica a basso... http://t.co/8M1PD8g5

Read More

Hotelsverona September 09, 2012 at 10:00PM

Urban Eco festival Bastioni Santo Spirito – Verona dal 13-09-2012 al 15-09-2012, Divertimento e musica a basso... http://t.co/8M1PD8g5

Read More

Hotelsverona September 10, 2012 at 07:59AM

Tutti gli eventi di oggi a Verona http://t.co/mXZhRQKd http://t.co/XtlQaZ1U

Read More

Hotelsverona September 10, 2012 at 07:59AM

Tutti gli eventi di oggi a Verona http://t.co/mXZhRQKd http://t.co/XtlQaZ1U

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 10, 2012 at 09:01AM

Buon Monday! Sono le September 10, 2012 at 09:01AM ed inizia una nuove settimana lavorativa! Avete pensato cosa fare il prossimo weekend? Potreste trascorrerlo a Verona!!! Gli Hotels Martini, Piccolo e Porta Palio Vi aspettano con il loro imbattibile rapporto qualità-prezzo! www.hotelsverona.it 045569400

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 10, 2012 at 09:01AM

Buon Monday! Sono le September 10, 2012 at 09:01AM ed inizia una nuove settimana lavorativa! Avete pensato cosa fare il prossimo weekend? Potreste trascorrerlo a Verona!!! Gli Hotels Martini, Piccolo e Porta Palio Vi aspettano con il loro imbattibile rapporto qualità-prezzo! www.hotelsverona.it 045569400

Read More

Hotelsverona September 10, 2012 at 02:45PM

ENRICO BRIGNANO: posticipati gli spettacoli di Verona e Napoli! 5 febbraio Napoli, Palapartenope 8 febbraio... http://t.co/HPKkwPDS

Read More

Hotelsverona September 10, 2012 at 02:45PM

ENRICO BRIGNANO: posticipati gli spettacoli di Verona e Napoli! 5 febbraio Napoli, Palapartenope 8 febbraio... http://t.co/HPKkwPDS

Read More

Hotelsverona September 10, 2012 at 06:50PM

Avete visitato il Museo dell'Automobile "Nicolis" a Villafranca di Verona? Potrete ammirare delle auto storiche... http://t.co/E3z5oAb6

Read More

Hotelsverona September 10, 2012 at 06:50PM

Avete visitato il Museo dell'Automobile "Nicolis" a Villafranca di Verona? Potrete ammirare delle auto storiche... http://t.co/E3z5oAb6

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 11, 2012 at 08:01AM

#GoodMorning folks! www.hotelsverona.it for your Hotel reservation in #Verona! September 11, 2012 at 08:01AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 11, 2012 at 08:01AM

#GoodMorning folks! www.hotelsverona.it for your Hotel reservation in #Verona! September 11, 2012 at 08:01AM

Read More

Hotelsverona September 11, 2012 at 03:50PM

Al Lazzareto di Verona con il FAI SABATO 15 Settembre: Concerto in Bronzo. Ore 20,45 . Una performance nata... http://t.co/D1hqn1v0

Read More

Hotelsverona September 11, 2012 at 03:50PM

Al Lazzareto di Verona con il FAI SABATO 15 Settembre: Concerto in Bronzo. Ore 20,45 . Una performance nata... http://t.co/D1hqn1v0

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 12, 2012 at 06:50AM

Current weather conditions for Verona: Fair and 20 °C. Today's weather: High temperature of 24°C today, with a low temperature of 12 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 12, 2012 at 06:50AM

Current weather conditions for Verona: Fair and 20 °C. Today's weather: High temperature of 24°C today, with a low temperature of 12 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 12, 2012 at 08:00AM

#HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio wish good morning everyone! September 12, 2012 at 08:00AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 12, 2012 at 08:00AM

#HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio wish good morning everyone! September 12, 2012 at 08:00AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 13, 2012 at 07:20AM

Current weather conditions for Verona: Mostly Cloudy and 15 °C. Today's weather: High temperature of 23°C today, with a low temperature of 11 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 13, 2012 at 07:20AM

Current weather conditions for Verona: Mostly Cloudy and 15 °C. Today's weather: High temperature of 23°C today, with a low temperature of 11 tonight.

Read More

Hotelsverona September 13, 2012 at 07:28AM

Ho pubblicato una nuova foto su Facebook http://t.co/W728mrjU

Read More

Hotelsverona September 13, 2012 at 07:28AM

Ho pubblicato una nuova foto su Facebook http://t.co/W728mrjU

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 13, 2012 at 08:01AM

#GoodMorning folks! www.hotelsverona.it for your Hotel reservation in #Verona! September 13, 2012 at 08:01AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 13, 2012 at 08:01AM

#GoodMorning folks! www.hotelsverona.it for your Hotel reservation in #Verona! September 13, 2012 at 08:01AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 14, 2012 at 06:57AM

Current weather conditions for Verona: Partly Cloudy and 14 °C. Today's weather: High temperature of 24°C today, with a low temperature of 14 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 14, 2012 at 06:57AM

Current weather conditions for Verona: Partly Cloudy and 14 °C. Today's weather: High temperature of 24°C today, with a low temperature of 14 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 14, 2012 at 08:00AM

#HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio wish good morning everyone! September 14, 2012 at 08:00AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 14, 2012 at 08:00AM

#HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio wish good morning everyone! September 14, 2012 at 08:00AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 14, 2012 at 09:00AM

E' Friday! Sono le September 14, 2012 at 09:00AM, inizia l'ultimo giorno lavorativo! E poi? Che si fa questo fine settimana? Magari un bel weekend a Verona! Gli Hotels Martini Piccolo e Porta Palio Vi aspettano per accogliervi al meglio e permettervi di godere della nostra stupenda città! www.hotelsverona.it 045 569400

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 14, 2012 at 09:00AM

E' Friday! Sono le September 14, 2012 at 09:00AM, inizia l'ultimo giorno lavorativo! E poi? Che si fa questo fine settimana? Magari un bel weekend a Verona! Gli Hotels Martini Piccolo e Porta Palio Vi aspettano per accogliervi al meglio e permettervi di godere della nostra stupenda città! www.hotelsverona.it 045 569400

Read More

Hotelsverona September 14, 2012 at 10:49AM

Giorgia all' Arena di Verona. Luogo: Arena di Verona Data: il 14-09-2012,... http://t.co/wfAKPgEV

Read More

Hotelsverona September 14, 2012 at 10:49AM

Giorgia all' Arena di Verona. Luogo: Arena di Verona Data: il 14-09-2012,... http://t.co/wfAKPgEV

Read More

Hotelsverona September 14, 2012 at 10:49AM

http://t.co/8aT3ST5i

Read More

Hotelsverona September 14, 2012 at 10:49AM

http://t.co/8aT3ST5i

Read More

Hotelsverona September 14, 2012 at 10:49AM

http://t.co/S9T9K1sr

Read More

Hotelsverona September 14, 2012 at 10:49AM

http://t.co/S9T9K1sr

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 15, 2012 at 06:55AM

Current weather conditions for Verona: Fair and 14 °C. Today's weather: High temperature of 27°C today, with a low temperature of 14 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 15, 2012 at 06:55AM

Current weather conditions for Verona: Fair and 14 °C. Today's weather: High temperature of 27°C today, with a low temperature of 14 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 15, 2012 at 08:00AM

#GoodMorning folks! www.hotelsverona.it for your Hotel reservation in #Verona! September 15, 2012 at 08:00AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 15, 2012 at 08:00AM

#GoodMorning folks! www.hotelsverona.it for your Hotel reservation in #Verona! September 15, 2012 at 08:00AM

Read More

Hotelsverona September 15, 2012 at 12:45PM

http://t.co/mu0gR7cA

Read More

Hotelsverona September 15, 2012 at 12:45PM

http://t.co/mu0gR7cA

Read More

Hotelsverona September 15, 2012 at 12:45PM

http://t.co/gAq5Et0H

Read More

Hotelsverona September 15, 2012 at 12:45PM

http://t.co/gAq5Et0H

Read More

Hotelsverona September 15, 2012 at 07:54PM

Derby, il Verona corsaro a Vicenza http://t.co/ompPbFxT

Read More

Hotelsverona September 15, 2012 at 07:54PM

Derby, il Verona corsaro a Vicenza http://t.co/ompPbFxT

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 16, 2012 at 06:58AM

Current weather conditions for Verona: Partly Cloudy and 16 °C. Today's weather: High temperature of 26°C today, with a low temperature of 14 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 16, 2012 at 06:58AM

Current weather conditions for Verona: Partly Cloudy and 16 °C. Today's weather: High temperature of 26°C today, with a low temperature of 14 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 16, 2012 at 08:00AM

#HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio #Verona wish you the #BestSunday! September 16, 2012 at 08:00AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 16, 2012 at 08:00AM

#HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio #Verona wish you the #BestSunday! September 16, 2012 at 08:00AM

Read More

Hotelsverona September 16, 2012 at 10:44AM

Ho pubblicato una nuova foto su Facebook http://t.co/Q1rKarog

Read More

Hotelsverona September 16, 2012 at 10:44AM

Ho pubblicato una nuova foto su Facebook http://t.co/Q1rKarog

Read More

Hotelsverona September 16, 2012 at 10:44AM

http://t.co/4tdYX2ut Frankie Gavin è "il principe dei violinisti irlandesi" Teatro Romano - Verona ore... http://t.co/0l48CiJA

Read More

Hotelsverona September 16, 2012 at 10:44AM

http://t.co/4tdYX2ut Frankie Gavin è "il principe dei violinisti irlandesi" Teatro Romano - Verona ore... http://t.co/0l48CiJA

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 17, 2012 at 07:10AM

Current weather conditions for Verona: Mostly Cloudy and 17 °C. Today's weather: High temperature of 26°C today, with a low temperature of 14 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 17, 2012 at 07:10AM

Current weather conditions for Verona: Mostly Cloudy and 17 °C. Today's weather: High temperature of 26°C today, with a low temperature of 14 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 17, 2012 at 08:01AM

#HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio wish good morning everyone! September 17, 2012 at 08:01AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 17, 2012 at 08:01AM

#HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio wish good morning everyone! September 17, 2012 at 08:01AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 17, 2012 at 09:01AM

Buon Lunedì! Inizia una nuova settimana lavorativa! Avete pensato cosa fare il prossimo #weekend? Potreste trascorrerlo a #Verona!!! #HotelMartini, #HotelPiccolo e #HotelPortaPalio Vi aspettano con il loro imbattibile rapporto #qualità-prezzo! www.hotelsverona.it 045569400

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 17, 2012 at 09:01AM

Buon Lunedì! Inizia una nuova settimana lavorativa! Avete pensato cosa fare il prossimo #weekend? Potreste trascorrerlo a #Verona!!! #HotelMartini, #HotelPiccolo e #HotelPortaPalio Vi aspettano con il loro imbattibile rapporto #qualità-prezzo! www.hotelsverona.it 045569400

Read More

Hotelsverona September 17, 2012 at 12:01PM

In centro Storico a Verona dal 21 al 23 settembre http://t.co/r0cm1Wsk

Read More

Hotelsverona September 17, 2012 at 12:01PM

In centro Storico a Verona dal 21 al 23 settembre http://t.co/r0cm1Wsk

Read More

Hotelsverona September 17, 2012 at 12:01PM

Il miglior tatuaggio dell'anno http://t.co/0Ul7Hkb9

Read More

Hotelsverona September 17, 2012 at 12:01PM

Il miglior tatuaggio dell'anno http://t.co/0Ul7Hkb9

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 18, 2012 at 07:05AM

Current weather conditions for Verona: Fair and 15 °C. Today's weather: High temperature of 27°C today, with a low temperature of 17 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 18, 2012 at 07:05AM

Current weather conditions for Verona: Fair and 15 °C. Today's weather: High temperature of 27°C today, with a low temperature of 17 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 18, 2012 at 08:00AM

#GoodMorning folks! www.hotelsverona.it for your Hotel reservation in #Verona! September 18, 2012 at 08:00AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 18, 2012 at 08:00AM

#GoodMorning folks! www.hotelsverona.it for your Hotel reservation in #Verona! September 18, 2012 at 08:00AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 19, 2012 at 07:12AM

Current weather conditions for Verona: Partly Cloudy and 19 °C. Today's weather: High temperature of 22°C today, with a low temperature of 11 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 19, 2012 at 07:12AM

Current weather conditions for Verona: Partly Cloudy and 19 °C. Today's weather: High temperature of 22°C today, with a low temperature of 11 tonight.

Read More

Hotelsverona September 19, 2012 at 07:32AM

Corte Molon, Via della Diga, 17 dalle 20.30 il 22-09-2012 - momenti di spettacolo e di festa collettiva, aperta... http://t.co/utcVkK2e

Read More

Hotelsverona September 19, 2012 at 07:32AM

Corte Molon, Via della Diga, 17 dalle 20.30 il 22-09-2012 - momenti di spettacolo e di festa collettiva, aperta... http://t.co/utcVkK2e

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 19, 2012 at 08:01AM

#HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio wish good morning everyone! September 19, 2012 at 08:01AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 19, 2012 at 08:01AM

#HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio wish good morning everyone! September 19, 2012 at 08:01AM

Read More

Hotelsverona September 19, 2012 at 02:46PM

Gli eventi in evidenza questa settimana: http://t.co/iS76qq72 http://t.co/DiMWxXxA

Read More

Hotelsverona September 19, 2012 at 02:46PM

Gli eventi in evidenza questa settimana: http://t.co/iS76qq72 http://t.co/DiMWxXxA

Read More

Hotelsverona September 19, 2012 at 06:28PM

http://t.co/8maMegdA

Read More

Hotelsverona September 19, 2012 at 06:28PM

http://t.co/8maMegdA

Read More

Hotelsverona September 19, 2012 at 06:28PM

Ho pubblicato una nuova foto su Facebook http://t.co/SsExrB9I

Read More

Hotelsverona September 19, 2012 at 06:28PM

Ho pubblicato una nuova foto su Facebook http://t.co/SsExrB9I

Read More

Hotelsverona September 19, 2012 at 06:28PM

Bellissima anche questa!! Foto di Andrea Graziani http://t.co/p8NBNvTU

Read More

Hotelsverona September 19, 2012 at 06:28PM

Bellissima anche questa!! Foto di Andrea Graziani http://t.co/p8NBNvTU

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 20, 2012 at 07:14AM

Current weather conditions for Verona: Fair and 12 °C. Today's weather: High temperature of 22°C today, with a low temperature of 11 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 20, 2012 at 07:14AM

Current weather conditions for Verona: Fair and 12 °C. Today's weather: High temperature of 22°C today, with a low temperature of 11 tonight.

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 20, 2012 at 08:01AM

#GoodMorning folks! www.hotelsverona.it for your Hotel reservation in #Verona! September 20, 2012 at 08:01AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 20, 2012 at 08:01AM

#GoodMorning folks! www.hotelsverona.it for your Hotel reservation in #Verona! September 20, 2012 at 08:01AM

Read More

Hotelsverona September 20, 2012 at 03:23PM

http://t.co/LzmfAeYT

Read More

Hotelsverona September 20, 2012 at 03:23PM

http://t.co/LzmfAeYT

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 21, 2012 at 07:06AM

Current weather conditions for Verona: Partly Cloudy and 12 °C. Today's weather: High temperature of 23°C today, with a low temperature of 12 tonight. www.hotelsverona.it #Verona

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 21, 2012 at 07:06AM

Current weather conditions for Verona: Partly Cloudy and 12 °C. Today's weather: High temperature of 23°C today, with a low temperature of 12 tonight. www.hotelsverona.it #Verona

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 21, 2012 at 08:01AM

#HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio #Verona wish good morning everyone! September 21, 2012 at 08:00AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 21, 2012 at 08:01AM

#HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio #Verona wish good morning everyone! September 21, 2012 at 08:00AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 21, 2012 at 09:01AM

Buon Venerdì amici! Inizia l'ultimo giorno lavorativo! E poi? Che si fa questo fine settimana? Magari un bel weekend a Verona! Gli Hotels Martini Piccolo e Porta Palio Vi aspettano per accogliervi al meglio e permettervi di godere della nostra stupenda città! www.hotelsverona.it 045 569400

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 21, 2012 at 09:01AM

Buon Venerdì amici! Inizia l'ultimo giorno lavorativo! E poi? Che si fa questo fine settimana? Magari un bel weekend a Verona! Gli Hotels Martini Piccolo e Porta Palio Vi aspettano per accogliervi al meglio e permettervi di godere della nostra stupenda città! www.hotelsverona.it 045 569400

Read More

Hotelsverona September 21, 2012 at 09:30AM

It's #Friday friends! #Weekend is beginning! What will you do? Why don't you come visiting #Verona? #HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio are waiting for you! www.hotelsverona.it

Read More

Hotelsverona September 21, 2012 at 09:30AM

It's #Friday friends! #Weekend is beginning! What will you do? Why don't you come visiting #Verona? #HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio are waiting for you! www.hotelsverona.it

Read More

Hotelsverona September 21, 2012 at 03:16PM

http://t.co/JRpHbubk

Read More

Hotelsverona September 21, 2012 at 03:16PM

http://t.co/JRpHbubk

Read More

Hotelsverona September 21, 2012 at 11:40PM

Solo un pareggio per il Verona contro il Novara http://t.co/7QNrI8iD

Read More

Hotelsverona September 21, 2012 at 11:40PM

Solo un pareggio per il Verona contro il Novara http://t.co/7QNrI8iD

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 22, 2012 at 07:07AM

Current weather conditions for Verona: Partly Cloudy and 13 °C. Today's weather: High temperature of 25°C today, with a low temperature of 15 tonight. www.hotelsverona.it #Verona

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 22, 2012 at 07:07AM

Current weather conditions for Verona: Partly Cloudy and 13 °C. Today's weather: High temperature of 25°C today, with a low temperature of 15 tonight. www.hotelsverona.it #Verona

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 22, 2012 at 08:00AM

#GoodMorning folks! www.hotelsverona.it for your Hotel reservation in #Verona! September 22, 2012 at 08:00AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 22, 2012 at 08:00AM

#GoodMorning folks! www.hotelsverona.it for your Hotel reservation in #Verona! September 22, 2012 at 08:00AM

Read More

Hotelsverona September 22, 2012 at 10:51AM

http://t.co/4tdYX2ut http://t.co/7ZOykf4i

Read More

Hotelsverona September 22, 2012 at 10:51AM

http://t.co/4tdYX2ut http://t.co/7ZOykf4i

Read More

Hotelsverona September 22, 2012 at 10:51AM

http://t.co/4tdYX2ut Tocati', Festival Internazionale dei Giochi in Strada Verona, centro Storico dal... http://t.co/Sn70NKEe

Read More

Hotelsverona September 22, 2012 at 10:51AM

http://t.co/4tdYX2ut Tocati', Festival Internazionale dei Giochi in Strada Verona, centro Storico dal... http://t.co/Sn70NKEe

Read More

Hotelsverona September 22, 2012 at 10:51AM

LOREDANA LIPPERINI Biblioteca Civica di Verona - Sala Farinati, via Cappello 43 ore 17.30 il 22-09-2012, http://t.co/TtS6GmYi

Read More

Hotelsverona September 22, 2012 at 10:51AM

LOREDANA LIPPERINI Biblioteca Civica di Verona - Sala Farinati, via Cappello 43 ore 17.30 il 22-09-2012, http://t.co/TtS6GmYi

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 23, 2012 at 07:04AM

Current weather conditions for Verona: Mostly Cloudy and 19 °C. Today's weather: High temperature of 25°C today, with a low temperature of 17 tonight. www.hotelsverona.it #Verona

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 23, 2012 at 07:04AM

Current weather conditions for Verona: Mostly Cloudy and 19 °C. Today's weather: High temperature of 25°C today, with a low temperature of 17 tonight. www.hotelsverona.it #Verona

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 23, 2012 at 08:01AM

#HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio #Verona wish you the #BestSunday! September 23, 2012 at 08:01AM

Read More

Martini Piccolo Porta Palio September 23, 2012 at 08:01AM

#HotelMartini #HotelPiccolo #HotelPortaPalio #Verona wish you the #BestSunday! September 23, 2012 at 08:01AM

Read More

Hotelsverona September 23, 2012 at 11:21AM

Chievo, niente da fare allo Juventus Stadium http://t.co/nkXZ4daP

Read More
Scrivici